hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Ristrutturazione - Interio Design

Progettisti:

Alessandro Marchelli

Luogo:

Nizza Monferrato

Commitente:

Casa Dova

Anno di redazione del progetto:

2012

Anno di esecuzione:

2012

Imprese esecutrici:

Cartongesso: Franco Bertaina; Decorazioni: Luca Ferrari; Impresa Edile: Cannoniero & C.; Impianti elettrici: Gieffe impianti

Fornitori:

Vetreria Re, Marco Biglia Serramenti, Cristal Lab

Marchi:

Ceramiche S. Agostino, CFO Lighting, Novacolor

Collaboratori:

Direzione lavori: Studio Tecnico Alessandro Conta; Grafica: Carlo Marchelli Baco Imaging; Lighting: Luigi Caro

 

Casa Dova
Un progetto di interior design emozionante

Nel suo nuovo progetto di interior design, Alessandro Marchelli ha trasformato, ridisegnandone il carattere, un'abitazione situata in una palazzina del '700 del centro storico di Nizza Monferrato.

Casa Dova ha come protagonista un'abitazione che, tra pietra, corte interna e suggestive ringhiere, si veste di nuovi elementi, mantenendo inalterata la sua struttura architettonica.

Tra passato e presente, Casa Dova apre le sue porte per invitare le persone in un percorso sensoriale costruito sulla base della provocazione latente delle suggestioni.

Il progetto riesce così a smuovere, in una cornice quasi asettica, ovattata, conturbante, un turbinio di ricordi, pensieri, gesti, forse dimenticati ma sempre presenti.

Un affascinante sistema di illuminazione, materiali contemporanei tecnologicamente perfetti e del tutto integrati, nonché le immagini di un'antica e bella Nizza sono le caratteristiche che danno vita al progetto. Il lampadario a spirale, "Master of Light", è disegnato da Alessandro Marchelli, mentre il prodotto dalla CFO Lighting e i vasoni si chiamo "Manlike" e sono anch'essi disegnati da Alessandro Marchelli e prodotti da Artesuperfici.

Se le scale si vestono della loro bellezza naturale, attraverso la valorizzazione della pietra originaria dei gradini, i pavimenti si rianimano attraverso i colori caldi del bronzo ossidato, mentre le murature risanate riacquistano il loro antico splendore con effetti di lavorazione ormai scomparsi. E a questo si aggiungono volte a crociera che ritrovano la luce.

Nuovi soffitti scenografici, che sembrano nascere dal nulla, rimangono sospesi nel vuoto delle scale, avvolti da curve modellate e plasmate con fasci di luce quasi a sostenere le volute. Piccoli elementi, ormai nascosti da troppi interventi senza logica, riemergono ritrovano invece la loro giovinezza.

Il risultato è un progetto emozionante che riesce a combinare con eleganza e stile passato e presente, trasformandosi in una sorprendente cornice di modernità "antica" e unica.

Casa Dova ha vinto il terzo premio International Design Awards 2012 (IDA '12) a Los Angeles.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti