hai scelto:homeprogettipaesaggio

Intervento:

Progetto di illuminazione architettonica di piazza Matteotti

Luogo:

Marino (RM)

Progettisti:

Matteo Antonelli e Andrea Miscoli MaMa Design Architetti Associati

Commitente:

Comune di Marino

Anno di redazione del progetto:

2005 2006

Anno di esecuzione:

2006

Costo:

100.000 Euro

Imprese esecutrici:

Edil progetti snc

Fornitori:

Tulli luce per Martin Architectural e Erco

Caratteristiche tecniche particolari:

L'intervento prevede l'utilizzo di proiettori cambio colore CMYK gestiti attraverso un sistema di controllo remoto wireless

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Luci per la storia
Nuove scenografie per il centro storico di Marino con il progetto di illuminazione dedicato a torri e sculture

Arredare una piazza senza invaderne la storia e l'identita' e' un'operazione complessa che richiede attenzione e rispetto per chi ha pensato e costruito quel luogo, punto centrale e vitale di tutta la citta'. Riuscire nell'intento, con sapienza e originalita', e' stato il presupposto intorno al quale si e' sviluppato il progetto di illuminazione architettonica di Piazza Matteotti di Marino, cittadella medievale in provincia di Roma, curato da Andrea Misoli e Matteo Antonelli di MaMa Design.

Uno spazio situato la' dove sorgeva l'antica Rocca dei Frangipane, di cui sono rimaste, ai margini, le tre torri cilindriche, resti di un recinto della fine del Trecento, una delle quali fa angolo con l'ex Palazzo Civico. Al centro della piazza, la Fontana dei quattro Mori, eretta a simbolo di Marino, che testimonia la cattura e la deportazione di schiavi da parte di Marcantonio Colonna, dopo la vittoria contro i Turchi a Lepanto.

Nel complesso, la piazza si sviluppa intorno a questi quattro elementi architettonici, punti cardine della struttura urbana della cittadella, che MaMa ha trasformato in quattro punti luminosi: quattro stelle, colorate, che stanno ad indicare il cammino al viandante che da una delle tre strade principali giunge cosi' al cuore della citta', cosi' come a chi vi giunge dall'esterno o l'osserva da lontano. Un sistema di illuminazione ha inevitabilmente tenuto conto della conformazione topografica di Marino, nonche' del contesto paesaggistico e dell'ambito di appartenenza storica.

Una perfetta fusione tra un passato da rivalutare ed impreziosire e la tecnologia moderna, che senza invadere l'anima antica del luogo, si presta al suo servizio, con silenzio e reverenza. L'impianto prevede infatti un sistema di proiettori wireless, possibili da controllare in via remota da una propria postazione di regia: questo permette di coprire l'intera piazza, senza per questo dover effettuare lavori di cablaggio dell'area, ne' intaccare la pavimentazione urbana.

Le tipologie dei proiettori usati sono modello "Exterior 200" (torre 1 e 2), tre incassi a terra carrabili "Inground 200" con sorgente luminosa ad alogenuri metallici (torre 3), apparecchi di illuminazione da incasso modello "Tesys 33717" con ottica spot direzionale asimmetrica (la Fontana dei quattro Mori). Mentre per la statua in peperino dello scultore Paolo Marazzi sono stati impiegati rispettivamente, proiettori da incasso modello "Tesys 33723".

Nel complesso si tratta di apparecchiature prevalentemente invisibili: ciascuno di questi e' stato installato nel pieno rispetto dell'opera architettonica, essendo nascosti all'osservatore, in maniera tale da non arrecare alcun disturbo, con effetti come l'abbagliamento.

Il risultato e' una doppia tipologia di illuminazione: da un lato quella architettonica, dall'altro quella scenografica. La prima tesa ad esaltare la morfologia ed i materiali dei torrioni e della statua, i valori artistici ed architettonici. La seconda, dinamica, studiata per un uso legato allo scandire del tempo e degli eventi. Durante l'arco della giornata, infatti, sulle torri l'illuminazione di tipo architettonico si alterna ad un cambio di colore di quindici minuti ad ogni tocco dell'ora.

Tutto il sistema illuminotecnico si puo' gestire a proprio piacimento, cambiando luci e colori per brevi momenti della giornata o in occasione delle festivita', giocando ad esempio con il rosso brillante per celebrare le festivita' natalizie, o con un cambiocolore random per il periodo pasquale o per altri appuntamenti folkloristici. Un piacevole effetto "a sorpresa" per il passante e' assicurato. Il rispetto per la storia artistico culturale di Marino, garantito.

Angelica Gabrielli

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203

Disegni e rendering