hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Houdini

Graduatoria:

Selezionati

Progettisti:

Giulia Castagnoli, Stefano Spicca

Aziende partner:

Zeppelin, Duravit, Laufen.

Materiali:

Ceramici , plastici, elettrici.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Pico
...chiare fresche dolci acque

Il progetto nasce come concept da una ricerca intorno alla sala da bagno e alle sue evoluzioni storiche, socio-culturali e tecnologiche. Si vuole avvicinare agli elementi naturali e si presenta come oggetto emozionale e sensoriale.Vuole coinvolgere i sensi in semplici gesti quotidiani e modelli comportamentali.

Nell'arte viene spesso affrontato il tema delle bagnanti che si confondono con la natura come ninfe, figure mitologiche, corpi abbandonati o intenti a prendersi cura del proprio corpo e dello spirito, nei quandri di Cezanne, Kirchner, Picasso, Delvaux, Morandi, oppure nascosti nel fogliame di foreste o mondi irreali, vegetazioni tropicali, come per Rousseau. Dalla letteratura, alla pittura, alla poesia, alla musica compare sempre l'elemento naturale che ci circonda, che cela dei segreti, avvolto nel mistero e nel fascino primordiale.

I rituali religiosi e culturali prendono come elemento purificatore l'acqua nel suo contesto naturale, nel mezzo di una vegetazione rigogliosa dove la natura diventa mediatrice tra l'uomo e l'energia generatrice. Ecco che PICO cerca di stimolare e suggerire un messaggio. E' un oggetto che parla e si racconta! Nasce da suggestioni, e' una ricerca, di concetto non di forma.

Gli schizzi del progetto raccontano il processo di evoluzione, definedone un concept. Dal bagno giapponese rilassante, alla sauna finlandese frizzante, gli ambienti sono naturali e incontaminati, fatti di elementi organici e viventi. L'oggetto diventa solo un mezzo, un collegamento tra interno ed esterno cercando di smaterializzare le pareti della casa e di introdurre un frammento di un mondo lontano.

Pico e' un componente che permette questa osmosi. Anche se manca ancora di una elaborazione tecnica ben dettagliata, dovra'essere valutato rispetto alle soluzioni disponibili in commercio. L' installazione puo' essere a soffitto o a parete, modificandone l'elemento di sostegno tubolare. E' fatto di due parti fondamentali: una parte luminosa e una contenitrice.

La parte "contenitore" oltre che contenere elementi naturali, puo' anche essere utilizzata come raccoglitore di oggetti per la pulizia del corpo o altro; realizzabile in materiali plastici riciclabili (Polipropilene, Polietilene), ma meglio ancora in ceramica. Le piante possono essere di vario tipo, ricadenti, aromatiche o floreali, a seconda del gusto personale.

La parte "contenitore" e' anche diffusore doccia nella parte bassa, mentre all'interno e' presente un sistema di irrigazione a goccia per i vasi. La parte luminosa e' composta da un tubo di luce (all'interno e' posizionata una lampadina isolata e un circuito d'acqua), con esclusione o l'iserimento di moduli tubolari (fatti degli stessi materiali del componente contenitore), puo' essere diminuita o aumentata la distanza del contenitore dall'utente, quindi allungato il tubo.

La tinta della luce e' variabile da una piccola manopola che scendendendo verso il piatto doccia, permette di creare l'ambiente cromoterapico a piacere.Il box doccia diventa una barriera di foglie e piante ricadenti che nascondono e rinfrescano i corpi.

Come nella Banja russa dove si utilizzano dei ramoscelli che nel vapore e con lo strofinamento sul corpo producono degli aromi benefici, anche Pico cerca di riprodurre un effetto analogo di aromaterapia.

Pico vuole coinvolgere i sensi, l'olfatto, il tatto, l'udito e la vista, che ci rapiscono e ci permettono di interagire totalmente con quello che ci circonda. La traformabilita' di questo oggetto sta proprio nel decontestualizzare l'elemento "doccia" e trascinarlo in una nuova sfera. L'oggetto e' trasformato senza uscire dal suo contesto, ma con la presenza di un elemento che in quell'ambiente e in quel modo non e' particolarmente comune.

Cosi' Pico si trasforma e si scopre un oggetto nuovo, non vive principalmente di forma e tecnologia, ma cerca di risvegliare l'interesse di sognare, immaginare e sentire. Gli oggetti e le immagini che ci circondano, dovrebbero continuamente stimolare la curiosita'e la scoperta senza banalizzarne i messaggi e i contenuti.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering