hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Houdini

Graduatoria:

Selezionati

Progettisti:

Francesca Lenzi

Collaboratori:

Beatrice Costa, Mio Suzuki

Rendering:

Luca Zambelli

Progetto:

Schizzi: Eugenio Lenzi

Aziende partner:

Aspiro, ci fornisce il rivestimento della zona vasca/doccia.
Duravit, ci fornisce la capacita' di rendere il bagno uno spazio abitativo aperto, trasformandosi in camera letto. Impiegando per esempio la vasca Sundek che con una variazione di tema diventa letto matrimoniale. Sanitari lavelli.
Gardesa, ci fornisce con le sue forme arrotondate la chiusura in sicurezza del vostro spazio/casa.
Hansa Italiana, ci fornisce lacqua tramite un grande rubinetto:lhansacanyon.
Salis, ci fornisce il parquet che e' pensato con una colorazione bianco.
Studio Art, ci fornisce la pelle di rivestimento zona wc/bidet .
Videoworks, ci fornisce lhi tech in casa.
Zeppelin, ci fornisce le lampade della brand belga Dark.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

abracadabra
La magia nello spazio

Il progetto nasce dall'idea di vivere il bagno come una vera casa. La trasformazione,come fulcro dell'ambito creativo ha portato al nome "abracadabra", dove, con un colpo di bacchetta magica, ogni momento della giornata viene ad avere un luogo proprio per vivere. Il percorso progettuale affrontato parte dall'esame planimetrico dei 16 metri quadrati a disposizione.

Si e' ideata una maglia simbolica composta da moduli 1x1 (metri). Tale griglia ha dato vita al riconoscimento degli spazi minimi necessari all'ottimale sfruttamento dell'ambiente. Il modulo complessivo 4x4, formato dai 16 sotto spazi, si e' animato, come per magia, in primo luogo, di tutti i componenti per la stanza da bagno mentre successivamente tutte le trasformazioni hanno consentito di avere a nostra disposizione una piccola casa.

L'articolazione modulare per fare vivere insieme piu' funzionalita' e' stata di fondamentale importanza al momento della concretizzazione dell'idea progettuale.

Lo spazio bagno. La necessita' primaria si e' rivolta a creare una zona separata (wc/bidet) caratterizzata da una sua privacy, questa e' l'unica parte infatti che rimane destinata sempre alla stessa funzione. In questo piccolo angolo con finestra oltre al wc e al bidet troviamo un lavamani.

All'interno dei 16 metri quadrati abbiamo definito una zona lavabo, che ha la doppia funzione (cucina) e una zona vasca, parte cruciale dello spazio, che si trasformera', lungo tutto l'arco della giornata, in zone con diverse funzionalita'.

Come per magia, "abracadabra", lo spazio si TRASFORMA, ed ecco che la vasca si chiude e diventa sia piattaforma per uso-scrivania (due pannelli scivolano dalla parete sul piano vasca consentendo di avere una superficie rigida su cui camminare), sia divano per il relax ( sopra i pannelli vengono sistemati due materassini che durante le altre funzioni sono posti nell'armadio), sia letto matrimoniale per il riposo notturno.

La vasca puo' essere usata anche come doccia: la scrivania viene chiusa e usufruiamo dell'uscita acqua a fronte parete, parete che infatti risulta avere un rivestimento in piastrelle. I gradini della vasca, che ci consentono di raggiungere la quota superiore della vasca piu' comodamente, hanno al loro interno due cassetti per gli asciugamani e le lenzuola.

Il piano scrivania riportato in posizione orizzontale ci consente di creare una zona ufficio, il piano lavoro ha una dimensione idonea per utilizzare un computer e lavorare con carta e penna. La zona lavabo e' sullo stesso piano d'appoggio di una piccola piastra in vetroceramica per cucinare e quindi durante il pranzo e la cena il lavandino diventa lavello.

A fianco di questa zona abbiamo un armadio per contenere indumenti e biancheria. Nell'altra parete troviamo uno spazio attrezzato, con effetto nascosto,per tutti gli elettrodomestici: frigorifero; lavatrice, asciugatrice, microonde, ed e' presente anche una parte destinata a dispensa per stoviglie e cibo. In 16 mq troviamo tutto quanto e' necessario per vivere nella quotidianita'.

Il nostro bagno diventa quindi una piccola casa a tutti gli effetti, senza perdere la sua anima originaria. "Il bagno/casa" e' anche dotato di una porta blindata d'accesso e di una finestra da cui riceve luce ed aria. Porta e finestra sono posizionate sui due fronti opposti così da consentire l'accorpamento laterale di piu' moduli.

Pensando ALLE CITTA' METROPOLITANE, all'evoluzione dei suoi spazi, ai metri quadrati dai costi proibitivi, abbiamo progettato un modulo che potrebbe essere facilmente utilizzato in futuro in ambito alberghiero (residence). I moduli 4x4 possono essere posti uno a lato dell'altro con affaccio su terrazze o su corridoi comuni. Il bagno diventa micro-abitazione "multipla" dove tutte le attivita' primarie sono garantite all'interno del modulo 4x4.

Da qui l'idea di dare ad ogni angolo una vita diversa a secondo della situazione e comunque in grado di trasformarsi seguendo le diverse esigenze del suo fruitore e scandita dalle ore della giornata. Lo spazio BAGNO (ore 24-24) infatti si anima e si trasforma in: Camera da letto ore 24/ 8, Bagno ore 8/9, Ufficio ore 9/13, Relax ore 13/ 15, Ufficio ore 15/19, Bagno ore 19/20, Sala da pranzo ore 20/22, Relax ore 22-24.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering