hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Houdini

Graduatoria:

Selezionati

Progettisti:

Stefania Pontini

Aziende partner:

Ceramica Fioranese (rivestimenti su pannelli con la linea Metalchrome, colore antracite 50x50, pavimentazione con la linea Metalchrome 50x50)
Studio Art (rivestimento di oggetti con tasselli di pelle della linea Mosaico)
Salis (pavimentazione con parquet della linea "Di valore")
Laufen (sanitari sospesi, lavelli, vasca della linea "Il bagno Alessi_Dot")
Hansgrohe (rubinetteria, miscelatore per lavabo a parete, miscelatore monocomando per bidet, miscelatore monocomando per doccia, tutto della linea Axor Cittero)
Zeppelin (lampada "Bridge two", colore moka, design Georges Seris for Dark)
Corvasce (partner "Mosaico", serigrafia da applicare su pannello della serie Basic)
Valpra (sifone per lavello).

Materiali:

Cemento per pavimentazione, Corion per mensole e mobile, Wenge' per mobile d’appoggio per i lavelli, Resine per rivestimenti.

 

Le 4 stagioni
La natura offerta dalla tecnologia

Angolo intimo per eccellenza, il bagno diventa ambiente dedicato al relax, attrezzato con tutto quello che puo' servire per allentare stress e tensioni e predisposto al meglio per la cura del corpo. L'idea di bagno e' quella che si esplicita non nella grandezza delle forme oppure in volumi chiusi, ma nello studio delle proporzioni, nel rapporto tra le varie parti che compongono lo spazio, nella ricerca dei materiali.

L'intento e' quello di creare un percorso, attraverso delle quinte visive, facendo dialogare elementi diversi tra loro, mantenendo di base la linearita' compositiva dei prospetti. Dal punto di vista progettuale il disegno ruota attorno ad un asse longitudinale che si snoda creando quattro zone ben distinte tra di loro. Si e' cercato di ottenere un contrasto tra la pulizia grafica della progettazione ed il calore dei materiali impiegati.

Cosi' la predominanza di linee geometriche, l'essenziale articolazione degli spazi, la discreta presenza di fonti di luce ( proposte in forme diverse, che vanno dai faretti, le luci nascoste , con luminosita' variabile, alle lampade esterne, fluttuanti nello spazio), si legano ad un armonico calore derivato dalla scelta delle pavimentazioni, dal parquet dei percorsi, piuttosto che al cemento lasciato libero da rivestimenti, questi ultimi pensati in base ad un percorso ideale.

Il ruolo giocato dai pannelli e' decisivo, trasformando lo spazio con la conseguente definizione degli ambienti pensati. Avremo l'area "inverno", dominata da tinte fredde, il materiale dominante come il cemento ben si sposa con il rivestimento in gres nero metallico del pannello, per passare poi alla zona successiva "autunno" dove i colori iniziano ad essere luminosi lasciando le pareti nude ma dominate dal bianco della resina in assonanza con i toni stessi dei percorsi, di rovere sbiancato.

Le tinte acquistano vivacita' nelle aree finali, "estate" dove si immagina una grande serigrafia che reinterpreta la stagione con dei grandi fiori variopinti e la "primavera"dove la luce ed i colori costruiscono un raffinato luogo dedicato al benessere, occupando parte dello stesso con un grande soffione che fa dell'acqua l'elemento predominante.

Un percorso che si esprime in sfumature, riflessi che donano un'impronta particolare all'ambiente "bagno", assecondando il piacere di abitare circondati dai colori, in un'atmosfera fatta di leggerezza e semplicita'. I materiali quindi si dividono tra derivazione industriale, resine, metallo e Corian che si associano ad una illuminazione fredda e di derivazione naturale, legno, lana, pelle, fiori anche se rappresentati su di una immagine serigrafate, che convivono con luci piu' calde.

La fluidita' dello spazio e' affermata dalla mancanza di cesure nella divisione degli ambiti. Non c'e' separazione ma condivisione e vicinanza. E' un progetto caratterizzato dall'intento di immettere il fruitore in modo diretto in una dimensione "orizzontale" dove e' possibile scegliere e partecipare. Le componenti visiva e tattile hanno un ruolo determinante, le quinte che si susseguono danno come risultato molteplici immagini ed i colori definiscono la percezione sensoriale degli spazi cosi' creati.

Le aree sono separate come detto da pareti attrezzate basse per non interrompere la continuita' degli ambienti e al contempo per fornire una moderata privacy. Le pareti attrezzate di colore bianco, realizzate in cartongesso, accolgono nicchie di forma rettangolare di varie dimensioni, oltre ad essere usate come appoggi per i sanitari e le altre componenti di ceramica.

Anche gli accessori che entrano nelle scene sono essenziali dalle forme semplici e chiare cosi' da non interferire con il disegno dello spazio ma bensi' enfatizzarne il concetto pulito nelle forme. Le linee geometriche orizzontali che compongono asimmetrie, e' il gioco dei passaggi e delle differenze e questo e' riportato nella verticalita' per ricomporre l'unita' compositiva. L'idea e' quella di uno spazio astratto dove il percorso dell'individuo e' quello dell'intimita' attraverso la "natura" ma offerta dalla tecnologia.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering