hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Houdini

Graduatoria:

Selezionati

Progettisti:

Nicola Giulietti, Alessandro Morbidelli.

Aziende partner:

Sanitari: LAUFEN, linea "Il bagno Alessi", lavabo da incasso soprapiano, lavabo con semicolonna integrata, bidet e vasosospeso; DURAVIT vasca tipo "Sundeck"
Rubinetteria: HANSGROHE, soffione doccia a parete "Raindace Air" combinato con struttura doccia ad incasso tipo "Imodul", monocomandi doccia; HANSA, miscelatore monocomando vasca tipo "Hansasublime"; VALPRA, monocomandi temporizzati per lavabo, bidet e lavamani
Accessori: HANSGROHE, spazzola per wc a parete, dosatore sapone a parete, porta asciugamano, specchio, del tipo Axor Steel ed Axor Starck X
Pavimenti: SALIS, tavolato massiccio in essenza di cedro sospeso su struttura in acciaio e orditura di legno; ghiaietto di fiume su vasca in acciaio inox.

Aziende partner:

Rivestimenti: CERAMICA FIORANESE, lastre dimensionate "Patterns" black25x50 di Color Lab per blocco lavabo, seduta perimetrale e sedute per proiezioni
Componenti: STUDIO ART, tessuto in cotone bianco semitrasparente tipo "Pezzara" su fili tesi in acciaio intrecciati tra le canne di bambł che compongono la quinta perimetrale; VIDEOWORKS, videoproiettore a proiezione frontale per filmati relativi alle esposizioni nell’allestimento "galleria fotografica" o proiezioni di carattere informale nell’allestimento "bagno"; profili UPN orrizzontali con guida scorrevole per la porta in vetro temperato con stampa.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

CAMERABATHROOM
MONOGRAFIE NEL TEMPO DELL'INTIMITA'

Camerabathroom e' simbiosi. La perfetta mimesi dello spazio concreto e circoscritto del bagno nell'universo aperto ed in continuo divenire del giardino. Camerabathroom e' la necessita' intrinseca dell'uomo di un'intimita', fisiologica e spirituale, che gioca, si nasconde nell'arte figurativa dei piu' grandi intimisti dell'immagine, i fotografi contemporanei, attraverso viaggi monografici nelle loro opere piu' significative.

Gli spazi del bagno si trasformano in una galleria fotografica enfatizzata dalla luce naturale in cui ogni livello funzionale, dal lavabo allo spazio doccia, dalla vasca alla sale dei sanitari, costituisce una tappa del percorso visivo. Un "viaggio" che si articola su assi definiti, setti murari che diventano quinte di una scena in continua evoluzione, relazionati tra loro da una lama di vetro che si sposta, chiude gli spazi e li apre, una superficie che e' sipario o lente focalizzatrice.

Un gioco di trasparenza che si mimetizza ancor piu' nella natura grazie ai tessuti e alle forme irregolari delle canne di bambu' che chiudono il bagno sul lato orizzontale. Il lavabo, dalla geometria monolitica ed uniforme, diventa un simbolo primigenio di iniziazione alla visita. Si copre, si maschera.

Con un telaio in plexiglass semitrasparente a racchiudere il sanitario, continua a provocare e al tempo stesso diventa spazio espositivo per riviste, un bookshoop in miniatura la cui anima e' un lavabo, capace di servire un'utenza disposta a trecentosessanta gradi.

La vasca, libera di affacciarsi verso il verde, trova la sua forza logica ponendosi tra l'asse centrale dello schema, un setto rivestito di resina decorativa rossa, e l'asse esterno rafforzato dalla seduta, nuovo monolite nero che richiama quello del lavabo e che nel suo disporsi orizzontalmente conclude il percorso della galleria. Trasformista per propria natura, la vasca diventa il luogo del relax piu' completo.

Nella sua essenza di bagno, lo specchio d'acqua invita ad immergersi nella natura piu' vera, mentre nel percorso della galleria d'arte esso si congela, si copre di un sostegno bianco e morbido, un tappeto rialzato che invita alla contemplazione e alla meditazione, una sosta per la lettura e per il riposo che comunque non si dimentica di isolare il rubinetto congelandolo nel plexiglass.

Lo spazio doccia e' idealmente concepito come una doppia galleria: la prima, grazie al soffione a parete, avvolge l'utente nelle spirali d'acqua rilassanti e tonificanti della doccia a getto compresso; la seconda e' una vera galleria d'arte: i monocomandi sono schermati da due lastre di plexiglass che catturano senza occludere la funzione bagno dell'ambiente e fanno da sostegno alle fotografie appese alle pareti.

Anche al paravento semitrasparente costituito dalle canne di bambu' e' affidato un compito espositivo: e' qui infatti che viene appesa la foto piu' rappresentativa della collezione. Il gioco della trasparenza e della trasformazione si completa magicamente nell'ultimo ambiente, quello dei sanitari wc e bidet e del lavabo a muro, tutti linea bagno Alessi.

Qui i sanitari trovano la mimesi con la natura fondendosi in una superficie ricoperta di ghiaia colorata che rende l'ambiente un fazzoletto lunare, un piccolo giardino zen dove gli arredi bagno diventano i punti focali. Proprio per questa natura accentratrice dei sanitari, ad ognuno di essi sara' affidato un ruolo fondamentale: nel loro letargo immobile, ottenuto sempre con l'ausilio del plexiglass colorato, saranno gli spiriti guida delle opere esposte, posizionate secondo le inclinazioni piu' opportune sopra le lastre trasparenti.

Nel suo definirsi come "spazio aperto", Camerabathroom prevede altri due ambienti esterni complementari allo spazio museale: uno, relativo al lato del "monolite lavabo" in lastre nere, sfruttera' il setto bianco per delle proiezioni monografiche dedicate all'artista in esposizione, in questo caso Joseph Hoflehner, artista esposto alla Galleria Camera Work di Berlino. Sedute per la proiezione potrebbero essere dei cubi neri, a richiamo del monolite lavabo, disposti nel verde.

Un altro, al lato opposto, sfruttera' la seduta nera orizzontale per la contemplazione di ciò che c'e' tutt'intorno, il mondo in continua evoluzione, scrutato da un ambiente altrettanto trasformista. La forza di Camerabathroom e' la sua liberta'. Da quello privato a quello pubblico, l'ambiente esterno e' il luogo di trasformazione della funzionalita' ideale del bagno. Fuori dagli schemi preconcetti di uno spazio fine a se stesso, il bagno e' esposizione e al tempo stesso intimita'.

La sua realizzazione la definisce come un'installazione temporanea, un elemento modulare ripetibile nello spazio, un padiglione in miniatura, ovviamente a seconda della trasformazione e del carattere che intende mostrare.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering