hai scelto:homeprogetticoncorsi

Luogo:

XXXVIII Salone del Mobile (SAMP)

Progettisti:

Studio Sigla

 

Architutto
Loft Cross

Il loft progettato da Sigla per ARCHITUTTO a Pesaro e' la sintesi di tutto quanto sinora prodotto dallo studio in tema di abitare. Lo spazio a disposizione era un ambiente virtuale costituito da una piattaforma quadrata di sette metri di lato ed una sola parete su uno dei quattro lati. Cio' ha consentito a noi, cosi' come agli altri progettisti, di spostare l'attenzione dal punto di vista dell'arredatore, che non ci e' proprio, a quello del designer.

Di conseguenza lo spazio assume un valore simbolico non immediatamente riconducibile alle esigenze pratiche dell'abitare ma diventa un "manifesto" delle intenzioni e delle proiezioni ideali del nostro modo di fare design e architettura.

Abbiamo collocato sulle diagonali del quadrato due pareti che si intersecano suddividendo l'ambiente in quattro parti uguali senza raggiungerne i vertici, lasciando cosi' una comunicazione che consenta il passaggio senza la necessita' di porte. Una delle pareti,di circa due metri di altezza, e' una sorta di muro rivestito di uno speciale materiale tridimensionale a rilievo piramidato che porta ritagliati sulla superficie rettangoli di vetro colorato retroilluminato.

Ogni lato della parete ha un numero diverso di rettangoli posti in posizioni e con colori diversi. L'altra parete, in vetro stampato e stratificato di sicurezza, e' alta circa tre metri e mezzo ed e' invece illuminata dal pavimento; si ha cosi' un effetto di parziale trasparenza e rifrazione.

La percezione ottica che si ottiene e' una illusione di continuita' e luminosita' ambientale per ogni singolo ambiente che viene subito contraddetta non appena si transita in quello contiguo, dove il numero dei rettangoli illuminati si rovesciano. Il tutto viene accentuato dall'unica parete perimetrale che e' completamente specchiante e rimanda perfettamente, moltiplicandole, le suggestioni indotte dalle pareti poste in diagonale.

Ognuno dei quattro ambienti ha una funzione diversa, cibo, riposo, igiene, relax, ma volutamente non esistono rapporti di gerarchia tra di essi cosi' che il passaggio da un luogo all'altro, da un comportamento ad un altro avviene senza soluzione di continuita'.

E', questo, un aspetto fondante del progetto che risponde ad una concezione moderna ed estemporanea dell'abitare, la possibilita' di utilizzare tutto lo spazio abitativo per se', ma anche per gli ospiti e muoversi all'interno di esso con liberta' sfruttandone la flessibilita'.

Per questa ragione i pochi oggetti d'uso che connotano gli ambienti (tutti prodotti industriali progettati da Sigla) sono di un design essenziale che risponde alle necessita' funzionali, ma posseggono contemporaneamente la caratteristica di mutare, come nel caso della poltrona Free play,k prodotta da Mussi Italy che si trasforma da pouff a chaise longue, passando da innumerevoli opportunita' di seduta soddisfacendo tutte le esigenze del riposo.

Oppure il cavalletto Wiz di Desalto, che ha la caratteristica di adattarsi ad ogni tipo di pavimento. Un prodotto studiato appositamente per questa occasione e' un orologio prodotto da Ballardini che ha la funzione di tavolino, completamente trasparente.

Il colore, che e' una costante nel percorso progettuale di Sigla e' concentrato sui soli oggetti, che sono di uno squillante arancione come la testata in metacrilato del letto Atlante di Flou, che contrasta con il pavimento nero lucido e le superfici argentee del resto dell'ambiente. Per effetto delle pareti specchianti il colore si moltiplica e riverbera fondendosi in una tonalita' calda che crea un'atmosfera intima e morbida, riscattando la rigorosita' complessiva dei materiali.

Marco Penati

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203