hai scelto:homeprogettidesign

Intervento:

Arredo e design navale

Luogo:

Italia - Canada

Progettisti:

Giancarlo Zema

Commitente:

Giovannetti Collezioni - Underwater Viecles Inc. (Jelly-fish 45 e Trilobis 65); Bugatti Yachts (Poseidon 180)

Anno di redazione del progetto:

2001 - 2007

Anno di esecuzione:

2007

 

Tesori marini
Tre progetti fra lusso, tecnologia e rispetto della natura

"Credo che la crescente richiesta di spazi abitativi ed il desiderio di vivere in armonia con la natura ci portera' presto a colonizzare fiumi, laghi e mari. E' sicuramente una risorsa da esplorare a pieno nel prossimo futuro impiegando pero' strutture eco-compatibili"; cosi' Giancarlo Zema in un'intervista alla rivista 'Focus' France spiega la sua volonta' di 'immergersi' nello studio e nella realizzazione di progetti di architettura galleggiante; strutture abitative funzionali che si ispirano alla natura, alle sue forme, alle sue molteplici architetture.

Linee morbide e chiari riferimenti biomorfici sono una costante dei lavori di Zema, oltre alla presenza, discreta, di sistemi tecnologici sofisticati che garantiscono ai progetti di essere creature completamente autosufficienti e funzionali. Esempio di questa commistione e' il Jelly-fish 45, progettato per la canadese Underwater Vehicles Inc. Si tratta di un'innovativa abitazione galleggiante con viste sottomarine di 15 metri di diametro. La struttura, completamente in alluminio, rende questa unita' abitativa riciclabile per ben l'80%. Sulla sommita' della calotta di copertura trovano collocazione i pannelli fotovoltaici che captano ed accumulano l'energia necessaria per le strumentazioni di bordo. Il rispetto per la natura e' fra le principali costanti dell'opera di Zema, una scelta importante nata dalla consapevolezza di voler "evitare di ripetere sull'acqua gli errori commessi dall'uomo sulla terra ferma". Cinque livelli, connessi da una scala a chiocciola, contengono la zona hobby, quella notte, la zona giorno e la parte riservata agli ospiti. Totalmente sommerso a 3 mt sotto il livello del mare, troviamo il bulbo di osservazione in acrilico ad alta resistenza, il luogo piu' intimo e meditativo dell'intera residenza galleggiante e dove comode sedute permettono di godere delle bellezze sottomarine.

Di diverso genere e' invece il Trilobis 65, innovativo yacht con scafo in acciaio e strutture in alluminio, ideale per navigare all'interno di baie, atolli e parchi marini. Come dice il nome stesso del progetto, esso si ispira alle antiche creature che popolavano i nostri mari 500 milioni di anni fa. Scopo principale del progetto e' quello di permettere a chiunque di vivere in un ambiente fantastico e inusuale, attraverso un unita' autosufficiente non inquinante. I motori sono infatti elettrici a celle a combustibile di idrogeno che generano, come elemento di scarto, semplice acqua potabile. Anche in questo caso non mancano tutti gli spazi abitativi di una casa di lusso.

E' stato invece progettato per l'americana Bugatti Yachts il Poseidon 180, un superyacht leggero e allo stesso tempo aggressivo di 55 metri completamente in alluminio. L'inusuale e coraggiosa architettura di questo yacht permette di vivere il mare grazie a tre ponti sovrapposti che si raccordano sull'ampia vetrata di prua. Nel Poseidon 180 e' difficile capire dove finisce lo spazio esterno ed inizia quello interno, dove la luce diretta diventa luce filtrata, dove i ponti, da tre elementi distinti si fondono con la linea dello scafo per offrire da poppa a prua un'unica passeggiata architettonica sul mare. Seguendo questa filosofia progettuale unitaria anche gli arredi rispecchiano lo stile morbido e ricercato delle linee esterne. Ovviamente il futuristico design dai profili diagonali non compromette in alcun modo la funzionalita' dello yacht; i ponti sono infatti collegati internamente tramite scale ed ascensori che consentono una ottimale e rapida fruibilita' lungo i differenti decks.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering