hai scelto:homeprogettiristrutturazioni

Intervento:

Ristrutturazione di interni

Luogo:

Bologna

Progettisti:

Grazia Sarti

Commitente:

Privato

Anno di redazione del progetto:

2005

Anno di esecuzione:

2005 - 2006

Costo:

310.000,00 Euro

Imprese esecutrici:

A.M.G., G.B.F.

Fornitori:

Chelli, Arredoluce srl, Trasparia (vetri)

Dati dimensionali dell'intervento:

170 mq superficie calpestabile

Caratteristiche tecniche particolari:

Appartamento open space con soppalco dotato di doppio affaccio

Foto:

Luca Massari

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Volumi in movimento
Geometrie regolari e colori tenui interpretano il dinamismo di una abitazione

Progettare un'abitazione e' un lavoro complesso, un'operazione volta a instaurare un dialogo tra estetica e funzionalita'. L'architetto Grazia Sarti ha completamente trasformato un appartamento al secondo piano di una palazzina anni Trenta sita nel centro di Bologna. L'astrazione dello spazio, cercata a partire dal recupero di uno spazio unitario, primario, elementare, crea un paesaggio meditativo dove l'impatto visivo e' immediato e in perfetto equilibrio fra materia e luce.

L'assenza di obblighi dettati dalla struttura ha permesso una completa ridefinizione degli spazi serviti e serventi, giungendo alla definizione di ambienti ampi e luminosi. La quota del sottotetto e' stata relazionata al piano sottostante mediante una elegante scala a intradosso articolato. L'intervento ha prodotto l'apertura di varchi nei setti portanti, mediante la sostituzione di alcune porzioni della muratura con strutture metalliche, opportunamente celate dietro portali realizzati in cartongesso.

Dall'ingresso si accede con soluzione di continuita' spaziale alla cucina, al soggiorno e alla zona notte. L'accesso alla cucina e al soggiorno avviene tramite due ampie aperture, al centro delle quali sono state posizionate due colonne in acciaio verniciato, mentre il passaggio alla zona notte avviene frontalmente rispetto alla porta d'ingresso. Il soggiorno e' costituito da due ambienti.

Nel primo ambiente e' stata realizzata la scala che collega il secondo piano con il soprastante soppalco, mentre il secondo ambiente, a doppia altezza, ospita il grande tavolo in cristallo e sei sedie in pelle bianca.

Anche la cucina e' a doppia altezza, le pareti ospitano la penisola e la parete attrezzata. La zona notte e' costituita da due ambienti comunicanti collegati da un'apertura arcuata e si sviluppa su due livelli differenti: il primo ambiente costituisce l'anticamera e da' accesso alla cabina armadio, al bagno, e a un disimpegno che conduce al secondo bagno e alla lavanderia; il secondo ambiente e' costituito dalla camera da letto vera e propria.

Nell'anticamera e' stato posizionato centralmente un divano con schienale molto basso in tessuto grigio scuro, mentre nella camera, addossato a una parete in stucco spatolato grigio, spicca il letto in wenge' di forma rotonda e con due tavolini anch'essi rotondi sorretti da supporti in acciaio. Il bagno collegato all'anticamera e' anch'esso a doppia altezza e si sviluppa su differenti livelli per poter incassare la vasca idromassaggio circolare nel pavimento.

Le pareti sono state rivestite da un mosaico composto da tessere di travertino bicolore e da stucco spatolato. Il piano sottotetto e' costituito da tre ambienti di cui uno si affaccia, da un lato, sul soggiorno, dal lato opposto, sulla cucina. La continuita' ottica del tetto permette di leggere tutto lo spazio dell'appartamento da un lato all'altro del fabbricato. I parapetti sulla scala e sul soggiorno sono stati realizzati in cristallo con supporti in acciaio.

La parete che separa il soppalco dall'attiguo ambiente sottotetto e' stata rivestita in lastre di lavagna che fanno da sfondo all'ampio divano ad angolo in lino bianco. Le lastre di lavagna abbracciano e rivestono il muro anche nella parete opposta, sulla quale sono state inserite due lampade di cristallo nero. In tutto l'appartamento il pavimento e' stato realizzato in listoni di rovere sbiancato, posati a correre in direzione delle pareti finestrate.

La luce del giorno traccia delicate trame sulle superfici e le ombre in perpetuo movimento creano giochi di luce e ombra semplici e primordiali. Particolare attenzione e' stata dedicata all'illuminazione: luci a incasso a parete, faretti, luci segnapasso, lampade a terra e neon a luce gialla incassati dentro a velette in cartongesso creano scenografici giochi di luce.

Alessandro Beato

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405060708

Disegni e rendering