hai scelto:homeprogetticoncorsi

Intervento:

Concorso europeo di riqualificazione di via Sparano e degli spazi pubblici del quartiere murattiano a Bari - 1 classificato

Luogo:

Bari

Progettisti:

Studio -T

Progetto:

Guendalina Salimei (capogruppo), Francesca Contuzzi, Giancarlo Fantilli - T-studio; Marina De Marco - Studio De Marco Associati
Progetto urbanistico: Rosario Pavia

Consulenti:

Maria Emanuela Lo Monaco (fattibilita' economica); Mario Andrisani (progetto impianti); Lightco (Light Design); Paolo Luttazzi (computi e stime); Ferdinando Valenzano botanico)

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Punti di vista
Bari Crossing ovvero un sistema a barre che emergendo dalla griglia murattiana promuove programmi di riqualificazione urbana e di pedonalizzazione

Guidato da Guendalina Salimei di T-studio, il gruppo ridisegna il borgo murattiano definendo formalmente il processo urbano attuato in cinquant'anni in cui, frantumando, le mura della "citta' vecchia" si e' consentita una notevole flessibilita' nell'uso della "citta' nuova" un'adattabilita' trasformata in una forte identita' commerciale, confermando la crescita e l'identita' di un settore urbano.

L'infiacchimento del contesto commerciale locale e il contemporaneo invigorimento del sistema globale di vendita degli ultimi anni hanno pero' messo in crisi l'ingranaggio considerato, privando il borgo della sua esclusivita'.

L'obiettivo del progetto di attraversamento del quartiere murattiano tende dunque a ripristinare il suo corretto funzionamento attraverso la realizzazione di un sistema a "barre", cioe' assi viari a diversa vocazione, e di un parco urbano sopraelevato che ridefinisce via Sparano quale asse privilegiato tra la nuova stazione ferroviaria e la citta' vecchia nonche' un asse commerciale di considerevole importanza.

La nuova via Sparano e' immessa nella fascia trasversale che attraversa l'area centrale, dalla Caserma Rossani, al centro storico, all'area portuale e incrocia due fasce orizzontali caratterizzate, per quanto riguarda la prima, dall'Ateneo e della Manifattura dei Tabacchi e per quanto riguarda la seconda, da piazza Garibaldi, dal Municipio, dalla Prefettura, da Sala Murat e dal Teatro Piccinni.

Riguardo la riqualificazione dell'asse pedonale, l'obiettivo dell'intervento e' mirato alla salvaguardia delle "istituzioni commerciali" attraverso l'interazione tra spazio pubblico ed interni, per ridare valore ai "poli d'attrazione" presenti lungo la via. Per il superamento della barriera ferroviaria, altro punto essenziale del progetto, infine, e' ipotizzato l'interramento del piano del ferro per realizzare, tramite lo spazio liberato, l'organizzato parco sopraelevato che consentira' la comunione tra piazza Moro e la Caserma Rossani.

Lino E. Sinibaldi

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering