hai scelto:homeprogetticoncorsi

Intervento:

Concorso europeo di riqualificazione di via Sparano e degli spazi pubblici del quartiere murattiano a Bari - 3 classificato ex aequo

Luogo:

Bari

Progettisti:

Progettisti Vari

Progetto:

Lorenzo Netti (capogruppo), Gian Luigi Sylos Labini, Filippo Spaini, Giuseppe Giannone, Domenico Pastore, Leonardo Visceglie, Paolo Valerio, Antonio Caldarulo, Rossana Lamanna

Consulenti:

Luciana Bozzo, Mose' Ricci, Alfonso Rosignoli, Nicola Signorile

Collaboratori:

Pamela Aversente, Michele Carone, Claudia Mancini, Rosita Sardone

 

Punti di vista
Un piano integrato fra paesaggio, centro urbano, traffico e pedonalizzazione per recuperare una citta' da vivere e non solo da attraversare. Questa e' l'operazione Reset

Un interessante "sistema integrato", particolarmente attento a ogni sua declinazione, distingue le soluzioni scelte dal gruppo del professore Lorenzo Netti. Un innovativo studio delle tecnologie per la posa in opera della pavimentazione che prevede sia un adeguamento dei sottoservizi sia un apparato "filtrante" che attualizzando l'attuale sistema della raccolta delle acque pluviali punta a sviluppare un aumento consistente della superficie "permeabile".

Tecnologicamente le lastre saranno posate a secco sopra un sottofondo livellato costituito da uno strato di ghiaia che permette alle soluzioni individuate di cooperare in maniera tale che tutte le esigenze urbane coincidano con gli equilibri idrogeologici del sottofondo.

Nel progetto la pavimentazione della vasta area considerata e' prevista da un abaco espositivo di lastre di pietra rappresentative delle cave pugliesi che, con il diverso taglio e spessore, rendono differente ognuna delle aree con cui interagisce. Tale soluzione inoltre consente di annullare la visibilita' d'ogni elemento funzionale dalla figurazione grafica complessiva della pavimentazione.

Sotto l'aspetto tecnico si presenta come un lastricato complesso ma conserva un interessante nitore nella figura. Si adeguano, a questo sistema, le diverse soluzioni d'arredo urbano che, oltre alla pietra, prevedono l'utilizzo del vetro e dei metalli; la connessione tra loro e' pensata un'idea di forme "arrotondate" che caratterizzano gli oggetti e li scioglie dai facili vincoli che li avrebbero potuti legare al profilo degli isolati e delle strade.

Il problema del traffico e' risolto da una pedonalizzazione, prevista per l'intero quartiere murattiano, che iniziando da via Sparano dovra' occupare l'intera area come una sorta di "ring" il cui dovere e' quello di diramare il traffico di collegamento esterno al centro della citta' con la previsione di realizzare circa 7.000 posti auto pensati in diversi autosilo.

Lino E. Sinibaldi

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering