hai scelto:homeprogettiristrutturazioni

Intervento:

Ristrutturazione interno ad uso abitativo

Luogo:

Bologna

Progettisti:

Micaela Mazzoni

Collaboratori:

Interiors designers Gentili Nicoletta

Commitente:

Sig.ri Fabbri - Corradi

Anno di redazione del progetto:

2006

Anno di esecuzione:

2006

Costo:

euro 200.000

Imprese esecutrici:

Ditta Cristallo

Fornitori:

Ditta Chelli - Ditta Tierre - Ditta Poliedil - Ditta Tematic - Ditta Arredoluce - Ditta Materiali in movimento

Dati dimensionali dell'intervento:

Appartamento 110 MQ.

Foto:

Piergiorgio Raffaelli

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Soft space
Geometrie fluttuanti e superfici riflettenti definiscono gli spazi di una residenza interamente ripensata rispetto all'impianto di fine Ottocento

Quinte mobili in vetro per amplificare la luce e una dinamicita' tutta nuova rispetto alla struttura originaria.

Nasce da qui il progetto della bolognese Micaela Mazzoni, pensato per la ristrutturazione e la progettazione interna, sia dello spazio che dell'arredo, di un appartamento di 110 mq. Al limite del centro storico di Bologna, in un edificio dell'800 - anche se non di notevole pregio visto che, si pensa, fosse la parte riservata agli alloggi delle lavandaie -, l'intervento e' stato studiato per fornire all'abitazione un'identita' personale, rispondente ai bisogni e alle peculiarita' dei clienti: una giovane coppia con un bambino in arrivo che occupava l'appartamento al piano superiore - nella casa era cresciuta la cliente e prima di lei la madre.

Una ristrutturazione che della vecchia sistemazione, non mantiene molto. Partendo dall'accesso. Prima decentrato, infatti, l'ingresso e' stato ripensato e spostato. La zona giorno, poi, e' stata integrata con un terrazzo in vetro dotato di una duplice entrata - al terrazzo, infatti, si puo' accedere sia dal soggiorno che dalla cucina. Le finestre che trovavano posto su quella parete, sono state trasformate in ampie portefinestre che, tra l'atro, hanno permesso di migliorare l'illuminazione di tutti gli ambienti.

Originariamente, infatti, la luce naturale proveniva solo dai due lati piu' estremi dell'abitazione, uno dei quali, tra l'altro, e' affacciato su un cortile interno. Un appartamento di dimensioni notevoli, quello ristrutturato, nel quale nuovi spazi e ambienti sono stati ricavati grazie anche alla versatilita' del cartongesso. Un materiale con l'aiuto del quale Micaela Mazzoni modifica pieni e vuoti, giocando con le forme, creando nicchie e rilievi. Segni identificativi.

Come le linee sinuose e morbide che percorrono lo spazio sia nelle pareti che nei soffitti, attraverso tagli studiati per far irrompere la luce naturale negli ambienti. Ma nei controsoffitti e nelle contropareti, sempre in cartongesso, si nasconde anche la luce artificiale che, assieme al colore, prende forma dall'illuminazione a incasso.

Totalmente integrato con l'architettura, infatti, l'apparato di luci e' usato per sottolineare le superfici e le geometrie degli ambienti e proprio a questo scopo sono stati scelti gli impianti a incasso e i neon a luce calda che, attraverso specchi e superfici vetrate, si riflette e si diffonde negli ambienti in modo da sembrare naturale. Diaframmi e collegamenti di luce tra le varie stanze quindi, sono stati ripensati aggiungendogli un po' di dinamismo, ma anche prestando attenzione all'ottimizzazione e alla funzionalita' degli spazi.

In un ambiente piu' fruibile pero'. Impossibile, poi, dimenticare i colori. La mano della Mazzoni, infatti, si ritrova anche nei giochi di cromie: toni di magenta e grigio quelli dominanti, con non rare zone di avorio - a donare ancora luce agli ambienti. Nel rispetto di questa scelta i pavimenti: neutri, realizzati in gres con effetto pietra grigia contrastata dal legno e integrati attraverso uno studio preciso della posa. Nella direzione di una miglior funzionalita' dell'appartamento, poi, nella zona notte e' stato ricavato un secondo bagno di servizio.

I rivestimenti di entrambi i bagni sono composti da mosaici di vetro. Ancora una volta e' anche la necessita' di avere luce a motivare la scelta. Queste parti di parete, infatti, garantiscono un effetto carico di luce, di riflessi e colore, contribuendo a valorizzare, inoltre, sia l'architettura che l'arredo, come se fossero di un tessuto pregiato.

Elisa Venturi

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

01020304050607

Disegni e rendering