hai scelto:homeprogettinuove costruzioni

Intervento:

Residenza bifamiliare

Luogo:

Pratola Peligna (AQ)

Progettisti:

Americo Di Cioccio

Collaboratori:

Francesco Bruni, Alessia Fattore, Nevena Mimica, Stefano Raida, Attilio Ranieri

Commitente:

Privato

Anno di redazione del progetto:

2005

Anno di esecuzione:

2007 - 2008

Costo:

300.000,00 Euro ca

Imprese esecutrici:

Effedi Impianti

Fornitori:

Vemac: Dolomya, Junkers, Effegibi, Rimadesio, Silvelox, Ceramiche Gres Casa, Iris, Nic, Rapsel, Laufen

Franceschini: Schuco, Griesser

Viessman

Dati dimensionali dell'intervento:

200 mq superficie coperta + 800 mq sistemazione esterna

Graphic Designer:

Gianluca Marini

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Design trasversale
Uno studio di progetto suggerisce uno spazio aperto, privo di disimpegni, con arredi di design

La residenza, in fase di ultimazione, si trova ai margini del comune di Pratola Peligna (Aq), alle pendici dei monti Morrone - Maiella, tra capannoni artigianali e il limite di un quartiere PEEP. Il fabbricato si compone di due unita' abitative articolate su quattro livelli con ingressi contrapposti, il progetto riguarda la messa a punto complessiva dell'involucro edilizio, delle sistemazioni esterne e dell'abitazione al primo piano e mansarda.

Le scelte progettuali hanno tratto spunto dal desiderio dei committenti, una giovane coppia con tre figli, di un'abitazione "aperta", uno spazio continuo, privo di disimpegni. Un'abitazione fluida e flessibile e' la risposta, una successione di ambienti senza soluzione di continuita', intorno a un nucleo di servizi, capace di accogliere le mutevoli esigenze del vivere insieme quotidianamente.

Il soggiorno e' un grande ambiente libero e dinamico, grandi vetrate lo separano dalle due logge esterne, un camino bifacciale sospeso, dalla cucina e due porte scorrevoli a tutta altezza dall'ingresso. Le logge sono delimitate da schermature solari metalliche mobili che consentono sia l'ampliamento, proteggibile, dell'ambito privato verso l'esterno, che la regolazione dell'irraggiamento solare.

Il nucleo centrale e' il frammento piu' denso dell'abitazione: interfacce elettriche, legnaia, bagno zona giorno, cabina armadio, bagno padronale con bagno turco e scala di accesso al piano superiore in 16 metriquadri. A questo livello, inoltre, sono situate due camere da letto e un terzo bagno. La stessa liberta' del primo livello e' percepibile in mansarda: uno spazio di studio soggiorno hobby, cucina, due camere, bagno, lavanderia stireria, terrazzo in assenza di disimpegni.

Massimo comfort abitativo e contenimento del fabbisogno energetico sono altri obiettivi che il progetto persegue: l'involucro esterno sara' rivestito da pannelli minerali termoisolanti, gli infissi dotati di vetrocamera e vetri basso emissivi, la caldaia e' a condensazione di tipo modulare alimentata a metano, localizzata in centrale termica insieme ai contatori, all'impianto aspirapolvere e al bollitore dei collettori solari a tubi sottovuoto ad alto rendimento.

L'impianto elettrico e' di tipo domotico con possibilita', tra l'altro, di riprogrammare in modo flessibile, in ogni momento, il sistema senza spostare i cavi. L'umidita' e' regolata da deumidificatori posti a ogni piano integrati con il mobilio realizzato su misura. A pavimento e' posizionato l'impianto di riscaldamento e di raffreddamento con integrazioni a parete che sfruttano l'energia prodotta dai collettori solari, l'eventuale eccesso di acqua calda prodotta nei mesi estivi e' convogliata nella piscina esterna.

I materiali impiegati all'interno sono allineati con lo standard degli altri elementi della casa: l'androne di accesso e delle logge sara' controsoffittato con listelli di larice, il pavimento della zona giorno del primo livello e delle logge e' in ardesia multicolor, le restanti pavimentazioni, a esclusione dei bagni, sono in rovere massello da 20.5 mm. Due porte a tutta altezza in vetro satinato bianco consentono di dividere il soggiorno dalla cucina.

Il controsoffitto, in cartongesso, della zona giorno del primo livello accogliera' le sorgenti luminose di varia qualita', tutte incassate a eccezione di tre luci a sospensione sul tavolo da pranzo; altri punti luce, posizionati a varie altezze e integrati nel disegno complessivo sono parte del progetto di illuminazione. Una boiserie in pietra definisce il vuoto della scala che porta dal primo al secondo livello dell'abitazione.

Elisa Caivano

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405

Disegni e rendering