hai scelto:homeprogettiinterior design

Intervento:

Progettazione uffici di Pintoshop

Luogo:

San Marino

Progettisti:

Nathalie Scipioni Marouani

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Giochi di ruolo
Dietro la vivacita' delle televendite, la sobria formalita' degli uffici direzionali di Puntoshop

Certe volte si pensa che dietro ad un call center di un negozio virtuale ci siano voci che con piglio cibernetico registrino ordini in un database direttamente collegato al magazzino dove l'articolo scelto e commissionato prende il volo verso la casa del committente. Certe volte non si pensa che un call-center sia fatto di spazi fisici e relazionali.

Quando a Nathalie Scipioni, e' stato affidato l'incarico di progettare gli uffici di Puntoshop di San Marino, azienda specializzata nelle vendite a distanza, lei, italo francese, architetto in giro per il mondo, da Parigi a Sidney, ha pensato ad una spazialita' accogliente che desse importanza ai rapporti umani.

"Il progetto e' caratterizzato dall'uso ricorrente di tre materiali, spiega l'architetto Scipioni, il legno per il calore e l'esteticita', il vetro per la trasparenza e la luminosita', l'acciaio per la resistenza e la modernita'". Su una superficie di 1800 mq a cui si sono aggiunti 900 mq di soppalco, nasce la sede di sammarinese di uno dei negozi virtuali piu' importanti in Italia. Al piano terra la maggior parte dello spazio e' stato adibito a magazzino per lo stoccaggio della merce.

Un'entrata differenziata per il personale e per gli utenti, fluisce sulla reception. Qui lo spazio e' sviluppato su tutta l'altezza in modo da amplificare il senso dell'accoglienza. Una vetrata dietro il banco della reception, permette di visualizzare lo spazio lavorativo del call-center, con le sue cinquanta postazioni. Dalla reception si accede agli uffici del piano terra e agli spazi dello showroom (con parquet in legno di Faggio) e della caffetteria che si sviluppano su un doppio volume.

"La scala d'accesso al piano superiore e' stata studiata come fosse un oggetto estetico, spiega l'architetto Scipioni, identificativo dell'azienda Puntoshop". La scala, ampia, fluida, invita al piano superiore e sintetizza volutamente, i materiali ricorrenti in tutto il progetto. Ecco il vetro per la ringhiera, l'acciaio per la struttura portante e il legno per i gradini e il corrimano che prosegue, in una logica di continuita', per tutto il soppalco dell'azienda.

Come uno spazio di attesa, che anticipa il susseguirsi degli uffici e delle sale riunioni, il piano di arrivo della scala accoglie con eleganza gli ospiti. Nathalie Scipioni ha voluto per questo spazio d'ouverture, un'ampia parete curva rivestita da una raffinata boiserie in legno con bisellature in acciaio e due poltrone in cuoio. La passerella che separa i due spazi dello showroom e della caffetteria e' una intelligente trovata scenica che permette la visione dall'alto della sala espositiva.

Gli ambienti direzionali e di rappresentanza sono sobri e raffinati, volutamente distanti dalle cromie accese delle televendite, in uno studiato gioco di ruoli. "Per questi spazi ho voluto una dominante legno, racconta l'architetto, e sono stati utilizzati parquets di Doussie' per il corridoio e la sala riunioni e di Jatoba' per l'ufficio del direttore. Il legno e' un materiale caldo, altamente estetico, che ho voluto per i pavimenti e le boiserie.

Ho trovato interessante per l'ufficio dirigenziale definire le zone I 39 di attribuzione degli spazi, le scrivanie e il salottino, con intarsi in marmo e giochi di pose". Un raffinato dialogo fra materiali che Nathalie Scipioni propone per la piccola sala da bagno privata, con pavimento in legno, spazio doccia e rivestimento in marmo.

Nica Fazio

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering