hai scelto:homeprogettiinterior design

Luogo:

Brindisi

Progettisti:

Giovanni Caramia

Foto:

Sergio Ludovico

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Architettura dinamica
Modulazioni di volumi avvolgenti contengono la dinamica spazialita' degli interni creando piacevoli contrasti di forze uguali e contrarie

La realizzazione di "Casa Becci" nella periferia sud di Manduria, provincia di Taranto, consiste nell'inserimento di una mole architettonica che emerge per due piani fuori terra andando ad interagire in un conteso urbano privo di qualsiasi connotazione di qualita' e diventando l'unico elemento notevole in un panorama edilizio anonimo.

L'architetto incaricato, Giovanni Caramia, ha agito su un immobile rustico preesistente costituito da piano seminterrato e piano rialzato, e rispondendo alle richieste della committenza ha realizzato sul lotto di circa 600 mq di tipo intercluso, una villetta bifamiliare sviluppata su quattro livelli, piano seminterrato adibito a garage, piano rialzato e piano primo ad abitazioni, e un piano mansarda.

Ogni singolo livello ha una superficie utile di circa 200 mq ed il tutto e' contornato da un ampio giardino di pertinenza. L'accesso ai due appartamenti avviene mediante una scala esterna che, curvilinea e integrata al progetto architettonico articolato in percorsi e scambi di direzione, raggiunge i due livelli delle unita' abitative.

Se i prospetti dell'edificio risultano compatti e austeri per la massa piena tessuta con blocchi di mattoni splittati, gli interni si caratterizzano, al contrario, per una dinamicita' spaziale esplicita, organizzata dalle divertenti modulazioni delle percorrenze e dagli ibridi locali, studiati dettagliatamente e caratterizzati da una ricercata diversita' dei materiali.

La zona giorno, posta ad est, e' costituita da un ampio locale adibito a living, zona pranzo e area di lavoro, al centro della quale si innesta un grande camino circolare in acciaio brunito e rame martellinato con base e dorso rotante per orientare il fuoco nei diversi punti dello spazio. Attraversando il corridoio dal grande ambiente d'ingresso si accede alla zona notte e ai locali di servizio annessi.

Una scala interna posta all'ingresso dell'appartamento raggiunge il piano mansarda, organizzato con un soggiorno, un piccolo disimpegno con angolo cottura dal quale e' possibile accedere all'ampia terrazza con giardino pensile.

Entrambi gli ambienti dei due appartamenti realizzati dall'architetto Giovanni Caramia risultano suggestivi e particolari proprio nella ricercatezza degli accostamenti materici dei rivestimenti pavimentali e parietali.

Parquet, legno, sughero, marmi, maioliche, tesserine con foglia d'oro e tozzetti di ceramica, diventano non solo materiale da rivestimento ma gioco, forma, armonia nella misura in cui ognuno di loro interagisce con lo spazio, il concept e diventa motivo importante all'interno di progetto unitario e definito sotto ogni aspetto.

Francesca Pieroni

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405060708

Disegni e rendering