hai scelto:homeprogettiristrutturazioni

Intervento:

sistema segnaletico di stazione per informazione al pubblico. Progetto preliminare, definitivo ed esecutivo della segnaletica a messaggio fisso. Definizione delle linee guida per la segnaletica a messaggio verbale, commerciale e la comunicazione commerciale- Stazione di Bologna Centrale

Luogo:

Bologna

Progettisti:

Luca Monica, Marco Negroni

Progetto:

Supervisione: Massimo Vignelli e Lella Vignelli - Vignelli Associates

Collaboratori:

L. Baglioni, G. Cerroni, M. Lipovac, D. Scarpaci, M. Ferrari, F. Arduini

Commitente:

Grandi Stazioni S.p.A.

Anno di redazione del progetto:

2002

Dati dimensionali dell'intervento:

Superficie di 120.000 mq.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Segno architettonico
Il progetto della segnaletica per la stazione Centrale di Bologna e il suo ruolo nel generale progetto di riqualificazione dello scalo

Il piano per la riqualificazione degli spazi dello scalo ferroviario di Bologna Centrale è definito inoltre dal progetto della segnaletica, a messaggio fisso, a messaggio variabile e commerciale, messo a punto dagli architetti Luca Monica e Marco Negroni. Il lavoro in oggetto, supervisionato anche da Massimo Vignelli e Lella Vignelli di Vignelli Associates NY, valorizza il progetto architettonico che prevede lo sviluppo dei flussi lungo le strade interne direttamente connesse ai due sottopassi prima ancora di giungere al marciapiede del primo binario, e insiste sulla ripetizione delle fasce con le iscrizioni lungo le vetrate di ingresso, le gallerie commerciali, la pensilina del primo marciapiede e i sottopassi.

Dal corpo di fabbrica destinato ai viaggiatori, il disegno dei flussi interni mostra l'organizzazione dei corridoi che distribuiscono i percorsi principali: a destra verso l'atrio delle biglietterie e il sottopasso per la città; a sinistra verso la zona commerciale posta sotto i grandi padiglioni in ferro; altri, di minore entità, che conducono al primo marciapiede di binario, luogo che insieme ai sottopassi, resterà maggiormente destinato al traffico dei passeggeri in transito. Il sistema della segnaletica progettato dallo studio, che ha curato l'apparato della comunicazione per cinque delle dodici stazioni incluse nel programma di riqualificazione e adeguamento funzionale varato da Ferrovie dello Stato, comprende diversi tipologie di elementi che rispondono alle diverse collocazioni: segnaletica a messaggio fisso, segnaletica integrata a messaggio fisso e variabile, segnaletica a messaggio variabile, segnaletica commerciale e comunicazione.

Il sistema a messaggio fisso, realizzato con fasce blu retroilluminate sospese su tiranti, comprende una struttura portante rigida in tubolare metallico fissata alle travature in ferro delle pensiline del binario 1 e alle strutture delle gallerie vetrate, capace, quindi, di rispondere ad una soluzione ogni volta diversa in base a dimensione, tipologia di tirante e aggancio e in funzione anche alle diverse condizioni di collocazione e utilizzo. Queste fasce possono essere integrate con teleindicatori di binario per arrivi/partenze. Questo sistema con indicazioni di direzione sospese consente di lasciare libera da ulteriori segnalazioni le testate dei solai del vano scale, previste nel progetto architettonico con un rivestimento in pietra di travertino di forma arrotondata secondo un dettaglio costruttivo che si ritrova in numerosi altri scali ferroviari. Le fasce retroilluminate possono essere anche a parete su serramenti. Questa tipologia sarà posiziona nelle aperture dei passaggi a volta, all'altezza dei traversi esistenti alle imposte degli archi; inoltre un elemento verticale riportante il nome della stazione sarà collocato esternamente sulla facciata principale del fabbricato viaggiatori. Fasce segnaletiche integrate a messaggio fisso e a messaggio variabile relative all'accesso ai treni saranno le sole presenti nei sottopassi. Questi sono infatti i luoghi in cui si concentrano maggiormente gli spostamenti dei viaggiatori e il loro ruolo in termini di funzionalità e qualità risulta di grande importanza. Il sistema è realizzato con una fascia retroilluminata blu che corre per tutta la lunghezza dei corridoi, sulla sola parete ad est, e che si interrompe in corrispondenza delle scale di risalita ai marciapiedi. L'insieme della segnaletica variabile, teleindicatori di binario, sottopassi, arrivi/partenze, orologi, tutti sospesi con un sistema a tiranti, va ad integrare il complesso della comunicazione a messaggio fisso. Per quanto riguarda il sistema della segnaletica commerciale, il progetto prevede fasce a parete sui serramenti, poste in corrispondenza dei traversi delle imposte degli archi delle aperture e grandi pareti retroilluminate nei sottopassi per la comunicazione. Con attenti e dettagliati interventi, il volto della stazione bolognese apparirà sempre più metropolitano e immediato, cancellando quel ricordo che tutti abbiamo di caotico, disordinato e vissuto crocevia di storie.

Francesca Pieroni

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering