hai scelto:homeprogettiinterior design

Luogo:

Caltanissetta

Progettisti:

Saverio Palumbo

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Un omogeneo rigore
La frammentarieta' di un appartamento degli anni Settanta si compone in un lineare e funzionale spazio sistema

Nella ristrutturazione di casa Sillitti a Gela, l'intento progettuale dell'architetto Saverio Palumbo si e' mosso verso l'obiettivo di dare ordine sistematico e funzionalita', con il supporto di materiali unici e naturali, ad un appartamento tipico degli anni Settanta, frammentato secondo la concezione abitativa del tempo, da corridoi, disimpegni e piccoli locali. Le esigenze della giovane coppia committente erano quelle di un ambiente moderno e pratico con un'ampia fruibilita' dello spazio.

La scelta dell'architetto e' stata quella di dilatare l'ambiente, anche visivamente, puntando sulla continuita' nell'utilizzo dei materiali per la rifinitura. Il risultato e' un insieme omogeneo e lineare in tutto l'appartamento. Con la volonta' di riordinare e riorganizzare gli spazi, si arriva all'idea progettuale di separare la zona giorno dalla zona notte.

La prima, in coerenza con la dinamicita' di quella parte del giorno in cui le funzioni e le parti sociali comunicano e interagiscono, e' costituita da uno spazio-sistema, nel quale si rapportano i diversi locali che lo compongono, comunque identificabili e separabili dai pannelli scorrevoli a tutta altezza.

Questi, in alluminio e vetro satinato, richiamano e sottolineano, assieme ad altri elementi d'arredo - emblematico nella zona giorno il tavolo allungabile con tubi in acciaio - alcune linee ispiratrici dell'intervento architettonico: rigore e pulizia formale fino al limite del minimalismo e ricerca della funzionalita' attraverso strumenti di tecnologia avanzata. L'utilizzo quasi ossessivo del bianco riflette le tinte naturali in continuo cambiamento dello spazio rarefatto e insieme attentamente geometrico.

Il pavimento in Rovere in tutti gli ambienti rappresenta, nella sua unicita', l'elemento di collegamento dell'intera superficie abitativa e l'ampliamento della sensibilita' spaziale. La cucina, anch'essa sinonimo di rigore e correttezza formale, e' collocata su una pedana sospesa rivestita con lastre di graniglia di vetro che rievocano la luminosita' del bianco predominante nell'appartamento.

Un altro elemento di continuita' concettuale e' dato dal mobile dispensa disegnato dagli stessi progettisti che, realizzato in alluminio e vetro satinato, evidenzia ulteriormente l'idea di luce e riflessi: altra linea progettuale seguita dall'architetto Palumbo. La zona notte, appartata da un'atmosfera piu' intima, si ispira comunque alla stessa esigenza di rigore che pervade la totalita' dell'abitazione.

Il bagno padronale e' stato pensato come uno spazio ristoratore e rigenerante, ma anche dinamico e stimolante, adatto ad una coppia giovane e vitale. Ecco allora in primo piano il monoblocco sopraelevato raggiungibile tramite tre scalini, dove e' stata inglobata la vasca. Il rivestimento di questa zona rialzata e' realizzato con elementi in graniglia di vetro che producono un effetto stimolante e raffinato contrastando con il pavimento in mosaico scuro.

Stessa sensazione contrastante si ha nel bagno degli ospiti dove il piano verticale in tassellatum rosso si staglia contro il bianco del piano orizzontale. Luminosita' e tensione vitale traspaiono, inoltre, dall'immagine che emerge dal box doccia caratterizzato da un involucro completamente vetrato munito di un soffione d'acciaio dal quale sgorga una vera e propria cascata d'acqua.

Milo Valentini

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

01020304050607080910

Disegni e rendering