hai scelto:homeprogettiinterior design

Intervento:

Ristrutturazione e ampliamento civile abitazione.

Luogo:

Firenze

Progettisti:

Federico Polverini

Anno di redazione del progetto:

2005

Anno di esecuzione:

2005

Costo:

150.000 euro

Dati dimensionali dell'intervento:

140 mq

Caratteristiche tecniche particolari:

Intervento di ampliamento e ristrutturazione conservativa.

 

Ritorno al futuro
Arredi anni '50 e design moderno in una casa storica del centro di Firenze

Un delicato gioco di equilibri tra vecchio e nuovo; un sapiente ampliamento interno alle volumetrie esistenti di un appartamento posto all'ultimo piano di un complesso residenziale di fine Ottocento, nel cuore di Firenze. L'architetto Federico Polverini interagisce con volumi e arredi mantenendo contemporaneamente un occhio rivolto al passato e l'altro al futuro. La tipologia dell'immobile, una sopraelevazione risalente al 1947, ha fornito la possibilità di riutilizzare al meglio gli spazi interni dell'appartamento anche in un'ottica, legislativa e stilistica, assolutamente e necessariamente contemporanea. La prestigiosa struttura, grazie all'elevata altezza degli ambienti, ha permesso di recuperare un vecchia soffitta e riutilizzarla per un vano accessorio ed un ulteriore sevizio igienico, creando così un doppio volume che affaccia sul vano centrale dell'appartamento, dal quale poi si accede ai vari ambienti, inclusa l'ampia terrazza panoramica sui monumenti fiorentini.

Tutto l'immobile è stato restaurato con l'utilizzo di materiali e tecnologie di altissima qualità, rispettando però la forte immagine stilistica degli anni in cui è stato realizzato e arredato. La progettazione non ha però dovuto tenere conto soltanto della storicità dell'immobile, ma anche della preesistenza di arredi, quadri e di altri oggetti che dovevano in qualche modo essere integrati e inseriti nella nuova immagine della casa. Accostamenti originali e attentamente pensati, bizzarre ma allo stesso tempo non eccessive soluzioni, hanno rivitalizzato il patrimonio preesistente, riconferendo ad esso una nuova vita. Luci, forme, colori, garantiscono una felice convivenza tra elementi appartenenti ad epoche diverse, comprese inaspettate apparizioni di preziosi elementi di design moderno. Un divertente ma faticoso lavoro di equilibrio tra una spinta verso correnti contemporanee ed un conservazionismo rispettoso e necessario.

Le scelte dei colori e dei materiali, sono state ottimizzate nel rispetto dei gusti della proprietà, con particolare attenzione ai numerosi arredi originali degli anni '50, oltre che dei quadri appartenenti alla famiglia. Tutti gli ambienti, inclusi gli spazi di servizio, mantengono lo stile e le tonalità dei colori presenti nell'intero immobile, dando così la possibilità di mantenere costante la percezione visiva delle variazioni stilistiche in modo graduale, senza subire forti impatti percettivi. Ne è un esempio il bagno padronale, dove i rivestimenti simulano l'essenze del legno usate per altri ambienti della casa, senza perdere però la funzionalità e la necessità di materiali adatti agli ambienti umidi. Il legno risulta il materiale principale usato e sfruttato nei colori e nelle forme, come per gli elementi strutturali, enfatizzati e riportati a vista. Un materiale antico e moderno insieme per una ristrutturazione basata proprio su questo delicato equilibrio.

Dario Sarti

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti