hai scelto:homeprogettidesign

Intervento:

Intervanto A: Progettazione nuova immagine turistica di Rimini
Intervento B: Progettazione manifesto balneare; 1929: Aldo Busi disegna l'esplosione di gioia della spiaggia della Riviera di Rimini. 2008: Rimini a 79 anni di distanza continua a essere la spiaggia solare e positiva dell'adriatico

Luogo:

Rimini

Progettisti:

Marco Morosini

Collaboratori:

A: Luca Vagnini

Intervista:

Barbara Piccolo
Quella che ormai e' una tradizione consolidata grazie al lavoro reimpostato all'inizio del Terzo Millennio, rinnova la sua forma e la sua natura attraverso un innovativo 'professionista dell'immagine'. Gia' inventore di campagne pubblicitarie per celebri marchi, l'incarico a Morosini evoca quello affidato analogamente nel 2003 a Gianluigi Toccafondo, protagonista internazionale della pi¨ sofisticata grafica pubblicitaria. Marco Morosini, pesarese ma ormai riminese d'adozione (vive con la compagna e la figlia a San Giovanni in Marignano), entra a far parte del carnet di 'artisti e creativi' che hanno filtrato alla luce della propria sensibilita' l'immaginario di Rimini

Foto:

Foto e Art Direction, Marco Morosini

Graphic Designer:

Luca Vagnini

Progetto:

B: Styling: Barbara Marcolini - Wolf SR; Make up-hair stylist: Lally; Beachwear: Velmar SpA; Beach forniture: Tessitura Selva

Commitente:

Rimini Turismo

Coordinamento generale:

Coordinamento redazionale: Erica Dall'Ara

Anno di redazione del progetto:

2008

Anno di esecuzione:

2008

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Un volto per Rimini
Nell'idea del logo e del manifesto dedicati a Rimini Marco Morosini svela le bellezze della citta' regalandole una nuova immagine

Da quali presupposti prende vita l'idea per il tuo logo dedicato alla citta' di Rimini? L'ispirazione artistica nasce sempre da una velleita' intellettuale, storicistica, dalla volonta' di trasmettere un background culturale. Ma se si pensa all'influenza comunicativa, alla socialita' di un marchio, Rimini e' "il mare". Così le diverse prove destinate a riprendere il tema dell'arco di Augusto di Glaser sono state soppiantate dalla scelta di prediligere cio' che caratterizza Rimini piu' di ogni altra cosa, la sua balnearita'.

Cio' che ne e' nato e' un elemento stilizzato che fonde due importanti presupposti. In primo luogo la brandina estiva vero e proprio simbolo culturale esportato in tutto il mondo, in secondo luogo le "strisce" immagine attraverso cui Rimini e' stata letta e interpretata per anni ed elemento grafico caratterizzante dei capanni, degli ombrelloni e appunto dei lettini da mare.

Ma il lettino stilizzato non rappresenta solo un esercizio stilistico ma un segno grafico capace di emozionare ed evocare. L'estrema sintesi che unisce la scritta all'immagine stessa traduce la voglia di comunicare con un segno grafico semplice ma incisivo. Milton Glaser aveva elaborato il logo precedente, ne hai ripreso in qualche modo il concept?

In realta', piu' che all'arco di Rimini, mi sono ispirato alla sua famosa e illuminante elaborazione del logo "I love New York", logo rivisitato in tutte le sue forme e sfaccettature. In sole tre lettere e un simbolo Milton Glaser e' riuscito a rappresentare una citta' dai molteplici volti. Allo steso modo ho desiderato tradurre il punto di vista stilistico in punto di vista emozionale. Quali sono gli elementi che, secondo te rappresentano Rimini? Ospitalita', sole, benessere, gioia, mare, solarita'.

Nell'ideazione del logo ho tentato di conciliare tutti questi elementi per suscitare una sensazione di delicata spensieratezza. Rimini e' "easy", se così si puo' definire, nell'immaginario che ognuno di noi ha della citta' e di cio' che essa offre. Nel tuo manifesto pubblicitario per la spiaggia, riprendi quello del ‘29 di Adolfo Busi, perché? Pensi che l'immaginario che ruota intorno alle nostre spiagge sia rimasto lo stesso?

Sono stato molto contento di constatare che la citta' di Rimini abbia ripreso la tradizione del manifesto balneare, tradizione purtroppo che si e' perduta nel tempo e che e' caduta nell'oblio per molte citta' italiane. Credo sia un'ottima idea quella di individuare e raccogliere in un poster tutti gli elementi caratterizzanti della citta' quasi come anteprima di cio' che essa ci regalera'.

Ho voluto riprendere il manifesto del 1929 di Adolfo Busi per strizzare l'occhio a quel passato che ancora e' in grado di descriverci. Non si puo' non considerare il fatto che solo alla fine degli anni '20 si e' compreso quanto l'acqua del mare e il sole contribuiscano al benessere fisico e psicologico della persona. Il manifesto, oggi riletto in una spiritosa chiave fotografica, e' manifesto del massimo di esclusivita' possibile, del benessere possibile per famiglie, giovani e bambini.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203040506070809

Disegni e rendering