hai scelto:homeprogettiallestimenti

Intervento:

Realizzazione degli stand Ferrari e Maserati per i saloni dell automobile

Luogo:

Nord American International AutoShow di Detroit, Salone Internazionale dell auto di Ginevra

Progettisti:

Marco Morosini

Progetto:

Studio Marco Morosini - Marco Morosini, Matteo Mezzanotti

Commitente:

Ferrari S.p.a., Maserati S.p.a.

Anno di redazione del progetto:

2005

Anno di esecuzione:

2006

Imprese esecutrici:

Giordano allestimenti, Dimensional Communications inc.

Dati dimensionali dell'intervento:

Stand Ferrari, Detroit 20 x 17 m; Stand Maserati, Detroit 14 x 17 m; Stand Ferrari, Ginevra 30 x 19 m

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Dinamismo vincente
L'irresistibile fascino dell'extra luxury negli allestimenti espositivi di due brand d'eccezione made in Italy.

Oliviero Toscani lo ha definito "uno dei migliori allievi", riferendosi all'esperienza di Fabrica, il centro di ricerca della comunicazione moderna che ha diretto fino a qualche anno fa. "Un artista con tendenze rinascimentali, grafico naturale che ama cimentarsi col design, con la passione, la curiosita' e l'interesse per tutto cio' che possono essere le tendenze dell'avanguardia nel mondo della comunicazione". Marco Morosini grafico e designer che porta nell'anima l'impronta irriverente e scioccante della comunicazione di Oliviero Toscani, si "piega" al fashion dei brand Ferrari e Maserati e realizza agli inizi del 2006 gli stand espositivi per il Salone Internazionale dell'auto di Ginevra e per il Salone dell'auto di Detroit, secondo due distinte direttrici in asse con il concept tecnico ed estetico dei due marchi.

Eleganza, determinazione, esclusivita' per il brand Ferrari. Lusso, charme, elite per il brand Maserati. Elementi regolatori della definizione degli spazi dei due allestimenti che Morosini interpreta secondo la logica di un "improprio" alloggio diffuso, plasmabile, dove lo spazio dedicato alle auto, deputato a comunicare "rappresentatività", "status symbol", nasconde nelle sue pieghe quello dell'intimita', del "cocoon" di casa propria, con un area lounge riscaldata da un camino virtuale inscritto nel rigore di tre schermi al plasma. E' proprio questo che fa dell'allestimento Ferrari ai Saloni dell'auto di Ginevra e di Detroit un nuovo modello espositivo, che determina la fruibilita' degli spazi a due velocita': lenta, riflessiva, salottiera, conviviale quella dell'area lounge; dinamica, osservatrice, scrutatrice, quella dell'area tecnica, dove l'auto-gioiello fa bella mostra di se'.

Morosini separa attraverso un escamotage semantico i due ambienti. L'area lounge, che si innalza di venti centimetri rispetto allo spazio strettamente espositivo e' rivestita da una moquette alta e soffice e ospita gli elementi d'arredo - dall'accogliente divano ai pouf, dal tavolo riunioni al piano finger-food, delineando i tratti distintivi della domesticita' contemporanea. All'area lounge vengono attribuiti una serie di valori identificativi della personalita' di chi vi "abita", che si deve distinguere e individuare in mezzo a tutte le altre. E in questa logica di presenza/appartenenza all'esclusivo mondo dell'auto di lusso Morosini non perde di vista l'oggetto e "contamina" l’habitat con due Ferrari 612 Scaglietti al Salone di Detroit e con due Ferrari 599 GTB Fiorano a quello di Ginevra. L'area espositiva non tradisce la sua essenziale funzione e il rigore della pavimentazione in ceramica bianca che amplifica la neutra freddezza dell'illuminazione, diventa imprescindibile per l'esaltazione scenografica delle Ferrari in mostra.

Lusso, autentico lusso, per il brand Maserati che si presenta negli allestimenti di Ginevra e di Detroit riproponendo il concept della diversificazione dell'area lounge da quella espositiva con uno sfalsamento dei piani. Ma Morosini esaspera i segni che identificano l'appartenenza ad uno status che condivide le stesse preziose ed eleganti passioni, e riveste la pavimentazione dell'area espositiva in lamina d'oro. L'elite del Maserati club si apparta a Detroit nell'area lounge che si articola nello spazio retrostante di una gigantesca mascherina luminosa della Maserati. Dietro il Tridente si apre un mondo di desideri, piaceri, lussi, narrati e condivisi. Mentre a Ginevra, l'area lounge e' una preziosa platea che guarda dall'alto, si alza da terra di sessanta centimetri, ed e' illuminata da sei scenografiche lampade che riproducono le mascherine Maserati, diventate ormai oggetti cult del Tridente world.

Rosita Romeo

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405060708091011