hai scelto:homeprogettisti

Mario Occhiuto

Mario Occhiuto (1964) si laurea in architettura a Firenze nel 1987.

Si interessa dei temi del progetto architettonico e della pianificazione territoriale, organizzando l'attivita' intorno ad alcuni punti cardine: identita' culturale, estetica del progetto combinata alla sua utilita' funzionale, innovazione e sostenibilita' intesa come principale risposta possibile alla domanda di qualita' del progetto contemporaneo.

Lo studio mOa - Mario Occhiuto architetture - ha sedi a Roma, Cosenza e Pechino.

Tra le esperienze piu' recenti di rilievo internazionale: il progetto di Un giardino italiano a Tianjin, scelto per essere presentato con una istallazione alla XI Biennale di Venezia; il progetto di un padiglione espositivo per l'Expo Universale di Shanghai 2010, vincitore di concorso internazionale e selezionato per Sustainab.Italy, padiglione italiano del London Festival of Architecture; il progetto del 4C Building attualmente in costruzione a Pechino, che sara' la nuova sede per le attivita' preposte agli accordi multilaterali del Ministero dell'Ambiente cinese (MEP); il Masterplan della Citta' di Huai Rou, commissionato dalla Municipalita' di Pechino.

Fra le altre attivita' di rilievo: il progetto per la ristrutturazione del Palazzo degli Esami a Roma; il progetto preliminare per la realizzazione del Sistema Integrato di Trasporto Urbano di Superficie a Catania; il progetto del Museo del Liuto a Bisignano; la partecipazione al gruppo di studio, coordinato dal Ministero per i Beni e le Attivita' culturali, per il progetto di conservazione del Padiglione Taihe nella Citta' Proibita di Pechino; le attivita' svolte all'interno del complesso del Quirinale a Roma e nella Tenuta della Presidenza della Repubblica di Castelporziano.

Vincitori di concorso anche i progetti per il Palazzo della Sanita' a Cosenza e per le Residenze universitarie del Politecnico di Bari, di prossima realizzazione.

Ha curato la mostra Visioni Italiane, svoltasi a Pechino nell'ambito del Programma di Cooperazione Ambientale italo-cinese sotto il patrocinio del Ministero Italiano dell'Ambiente e del Ministero dei Beni Culturali, con il contributo della rivista DOMUS (allegato a Domus n.894 luglio/agosto 2006), della Fondazione Triennale di Milano e dell'ADI Associazione per il Disegno Industriale.

E' stato componente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Ambientali presso il Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali e membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Membro dell'Unita' Tecnica Operativa per i Balcani, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, per la ricostruzione dei paesi dell'area balcanica.

E' professore incaricato nella Facolta' di Ingegneria presso l'Universita' della Calabria e Presidente dell'Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Cosenza.

Tra le principali pubblicazioni: - M. Occhiuto, F. Butera, 'Verso la citta' sostenibile –L'esperienza cinese di Huai Rou', EPB di Pechino, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Edizioni Electa, 2007; - M. Occhiuto, B. Lentini, 'La citta' accessibile', Alinea Ed., Firenze 1991; - M. Occhiuto, 'Architettura e design verso un ambiente sostenibile', in Visioni italiane, architettura e design verso un ambiente sostenibile, allegato a Domus n. 894, luglio agosto 2006.



Con Designrepublic puoi pubblicare i tuoi progetti in un'area personalizzata e segnalarli alla redazione per la sezione Progetti.
Scopri come

Registrandoti riceverai una newsletter quindicinale con gli ultimi progetti inseriti, le novità, gli inviti agli eventi e ai nuovi concorsi e tanto altro ancora. Iscriviti ora!