hai scelto:homeprogettidesign

Intervento:

Ristrutturazione appartamento di civile abitazione

Luogo:

Kensington, Londra

Progettisti:

Arch. Danilo Guerri

Collaboratori:

Albero Dal Mas, Francesca Dottori, Nicola Guerri, Giulia Moscia, Valeria Manzini, Fiedler Associates Londra

Commitente:

Giancarlo ed Anh Saronne

Anno di redazione del progetto:

2006 - 2007

Anno di esecuzione:

2007 - 2008

Costo:

Euro 435.000,00

Imprese esecutrici:

JJ Home Improvements, CIC (Complete Installation Company), fratelli Mentrasti, Gorizza srl, Mietek & Tomek Wierzbowski

Fornitori:

Brocanelli srl

Dati dimensionali dell'intervento:

Mq 157

Foto:

Alberto Guerri

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Due Ristrutturazioni sincere
Un appartamento a Londra e una casa in Val d'Aosta

L'appartamento e' posto al sesto piano del n░ 100 di Oakwood court, primo corpo scala di una palazzata a corte aperta, fine Ottocento - primi Novecento. Il palazzetto e' costruito in muratura di mattoni pieni, con una faccia vista molto curata all'esterno e solai in ferro NP e voltine in lamiera ondulata, curvata, con all'intradosso, in origine, un graticcio di listelli in legno, intonacato.

All'estradosso, un tavolato staccato dalle travi in ferro mediante travicelli (Joists) disposti ortogonalmente ad esse, in modo da dare luogo ad una intercapedine dove passano cavi e canali per gli impianti. La notevole vulnerabilita' al fuoco di questi dispositivi e' probabilmente la causa del rigore delle norme antincendio, oltre che ad un uso di puro ornamento dei camini esistenti, in origine generale fonte di riscaldamento.

I muri trasversali sono, a mano a mano che si sale, alleggeriti da batterie di canne fumarie, ormai inutilizzate. Parti cospicue delle murature sono perciò costituite da muri a una testa paralleli, congiunti ogni mezzo metro circa da setti trasversi. Le norme antincendio vigenti impongono compartimentazioni e vie d'esodo tali che sia pressoche' impossibile immaginare spazi che si concatenino in modo fluido.

Ogni porta contiene dispositivi di chiusura automatica e le zone sono compartimentate. Uno dei dispositivi omologati (ce ne sono diversi, molto macchinosi) messi a punto da una ditta italiana, la Scrigno, consta di vari tipi di porte scorrevoli, contrappesate e munite di sigillature antifuoco. Ne abbiamo fatto cospicuo uso. Insieme all'uso diffuso delle zeppe siamo riusciti a ottenere, nonostante la durezza delle regole, una qualche fluidita' degli spazi.

Un grazie speciale a Valeria Manzini che insieme alla socia Valentina e ai suoi collaboratori mi ha fatto sentire a casa e a cui debbo la scelta dell'impresa esecutrice (Jarek, polacco, con artigiani muratori, carpentieri e stuccatori, bravissimi) oltre che ad essere stato dirozzato nelle tecniche correnti inglesi e oltre a una provvidenziale cura quotidiana del cantiere. Si prega infine di notare la qualita' delle persiane delle camere a sud, prestito dell'architetto Kay Fisher, Accademia di Danimarca, Valle Giulia, Roma.

Danilo Guerri

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

01020304050607

Disegni e rendering