hai scelto:homeprogettinuove costruzioni

Intervento:

Complesso residenziale pluritipologico

Luogo:

Mosciano Sant'Angelo (TE)

Progettisti:

ESA Studio Medori Leo

Collaboratori:

Giovanni Vaccarini, Franco Settimi, Serafino Ferroni, Pierantonio Cascioli, Alessandro Tucci, Antonio Burrini

Commitente:

Emilio Raschiatore

Dati dimensionali dell'intervento:

12 alloggi per complessivi mq 1.400 Superfici residenziali;
Mq 600 superfici accessorie

Foto:

Paola De Pietri

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Filosofia dell'abitare
Dodici alloggi come un insieme di ville sovrapposte costituiscono un complesso residenziale pluritipologico in provincia di Teramo


Tanti sono gli esempi di residenze abitative che occupano lo spazio urbano, talvolta con il piacevole esito di integrare e caratterizzare l'area circostante, talvolta con il risultato di alterare gli equilibri estetici preesistenti, ottenendo un effetto ingombro. Ma i canoni da rispettare non sono solo estetici, o relativi a un piano regolatore, bensi' anche relativi alla geomorfologia del terreno dove viene ubicata la costruzione, e agli allineamenti imposti dai fabbricati vicini, e in questo senso l'architetto Leo Medori ne e' emblematico maestro.

Lo abbiamo conosciuto attraverso l'illustrazione di tre progetti apparentemente differenti, ma accomunati dagli stessi parametri tecnici e dagli stessi orientamenti di stile, dove ogni residenza s'inserisce perfettamente nel contesto richiesto, e il motivo dominante e' catturare la luce solare esponendo gli appartamenti per lo piu' con orientamento est - ovest, anziche' a nord, particolare non ininfluente se consideriamo quanto sia importante la luminosita' per valorizzare un ambiente, e regalare benessere a chi lo abita.

Il progetto mostra un complesso residenziale pluritipologico che comprende dodici alloggi distribuiti come un insieme di ville sovrapposte dove ogni alloggio mantiene un'autonomia propria pur appartenendo a un'unica costruzione. Il corpo dell'edificio e' caratterizzato da ampie logge che si congiungono ai terrazzi, e da due fronti, di cui uno adiacente alla parte storica, che non a caso presenta una facciata in scorza di pietra di Trani, e un altro in parte intonacato, e in parte con mattoni a vista, che rivela la personalita' piu' moderna dell'edificio stesso.

Va aggiunto che la costruzione segue lo stesso asse di orientamento est - ovest del vicino tessuto storico, lasciando a nord un'area pubblica verde con percorsi pedonali.

L' architettura diventa espressione plastica dell'ambiente dove opera, o per usare un'espressione di Leo Medori, s'interseca con l'esperienza di un luogo. Spazio, tempo, forma, volume, sarebbero per Leo Medori le categorie di un'unica sostanza, ovvero il luogo con la sua storia, il suo paesaggio, i suoi uomini, i suoi rumori, la sua vita.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203

Disegni e rendering