hai scelto:homeprogettidesign

Intervento:

Costruzione e allestimento dello showroom Ariafina

Luogo:

Osaka

Progettisti:

Riccardo Diotallevi

Collaboratori:

Andrea Giust-Xilografia Nuova; Fulvio Michelazzi-Light Design

Commitente:

Ariafina Ltd Kanagawa-Ken

Imprese esecutrici:

Xilografia Nuova; Obayashi; Murayama

Dati dimensionali dell'intervento:

mq 186

Foto:

Shigeharu Yukitomo (Osaka)

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Sintesi di culture
Uno showroom dalla forte pregnanza culturale


La fusione di due culture in uno stile che diventi sintesi estetica di entrambe e' la sfida affrontata dall'architetto Riccardo Diotallevi e i suoi collaboratori Andrea Giusti e Fulvio Michelazzi.

L'azienda committente dell'incarico e' Ariafina, una joint-venture costituita nel 2002 con la fusione tra il leader mondiale per la produzione di cappe aspiranti, ovvero l'Elica di Fabriano e la produttrice di motori aspiranti giapponese, la Fuji Industrial di Kanagawa-Ken, nei pressi di Tokio.

Il connubio tra lo stile italiano e l'alta tecnologia giapponese ha dato vita a un importante progetto imprenditoriale che ha lanciato sul mercato giapponese un prodotto unico, di alta fascia, destinato ad un consumatore esigente. Lo showroom di Ariafina ha sede a Osaka, lungo la strada della moda e del glamour, ed e' all'interno di questa prestigiosa vetrina che si traduce il marketing dell'immagine di questa giovane azienda.

In 186 mq di spazio espositivo si e' avvolti da un'atmosfera calda e originale dove avviene l'incontro tra due diverse mentalita' estetiche che mettono a disposizione le proprie competenze senza sovrapporsi. Il rosso e' la tonalita' predominante e il leit motiv dell'intera area, su questo sfondo si collocano altri simboli, per ottenere un concept che suggerisce una nuova concezione di vivere lo spazio, dove il soggiornare e il cucinare si fondono e confondono: l'ospite viene accolto accanto ai fornelli, un luogo intimo della casa, in cui si maneggiano i cibi, si assaporano e si gustano anche con l'olfatto. Il pavimento dello showroom e' realizzato con lastre d'acciaio nero che riflettono, come uno specchio d'acqua, il colore del fuoco.

Le contro-pareti su cui sono installate le cappe, sono in cuoio, un materiale insolito che richiama piu' una maison d'accessori d'alta moda. I banchi sono verniciati in oro, simbolo di prestigio nella mentalita' nipponica, ma non manca neppure il marmo di Carrara, come a rievocare le cucine delle nonne italiane. Vengono utilizzate vecchie casse di legno che si utilizzavano per la raccolta dell'uva, e anche queste fungono da rivestimento ai banconi in acciaio inox, per diventare moderni tavoli da osteria. Il bamboo, antico elemento nella cucina nipponica, utilizzato per legare i cibi, ma anche per conservarli, funge da struttura di sostegno per l'impianto luci. Tutto sembra congiungersi e legarsi per un incontro di simboli, memorie, gusti e tradizioni, per un effetto finale che affascina e incuriosisce.

Lo showroom e' la galleria d'arte di un prodotto raffinato, il cui stile non richiama la solita cappa aspirante, ma una cappa che e' a sua volta elemento di decoro, in quanto, richiama forme insolite ed altamente estetiche, forme che contribuiscono a creare una zona living che sembra un salotto di sapori, dove e' subito intimita' tra il padrone di casa e suoi ospiti.

Testo di Marina Racanelli

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

Vista generale di Ariafina, predominante le cromie del rosso e oro.01In primo piano gli sgabelli in acciaio.02Vista generale e allestimento.03Le cromie delle cappe si fondono all'utilizzo del bambł e dei colori caldi.04Le cromie delle cappe si fondono all'utilizzo del bambł e dei colori caldi.05Particolare.06