hai scelto:homeprogettidesign

Intervento:

Hotel Terrazza Marconi

Luogo:

Lungomare Marconi, Senigallia (AN)

Progettisti:

Castelli Studio Associato

Collaboratori:

Roberto Curzi

Progetto:

strutturale e direzione lavori:
Lanfranco Castelli – Studio Associato Castelli
Progettazione impianti tecnologici: TEA Impianti, Roberto Mancini
Progettazione impianto antincendio: Leonardo Seri
Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione:
Lanfranco Castelli – Studio Associato Castelli
Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione:
Lanfranco Castelli – Studio Associato Castelli

Commitente:

Goldeurhotels srl

Imprese esecutrici:

Misa Costruzioni srl

Fornitori:

Project Italia srl rivestimenti mosaici vetrosi; Bocchini SpA mobili hall, ristorante e spa; Gasparucci Contract srl mobili camere; Liuni SpA tessuti e tendaggi pavimenti vinilici
e moquette; Bigelli Marmi marmi e pietre;
Estro, Simens, Oty illuminazione

Foto:

Giovanni Ghiandoni

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Vacanze in terrazza
Un intervento di ristrutturazione di impronta classica

Ogni camera, con arredi diversi, offre l'atmosfera della casa ideale con i toni caldi del burro e l'eleganza minimale degli arredi in wenge'. La hall e gli ambienti dedicati alla conversazione ripropongono l'eleganza formale e cromatica delle camere secondo un principio di coerenza stilistica che definisce i canoni estetici della Terrazza Marconi. Atmosfera e cura del dettaglio per un concept progettuale che si estende oltre al segno architettonico, per un'atmosfera tout court L'arco, elemento architettonico che segna i volumi interni ed esterni di Terrazza Marconi, e' il tratto distintivo anche della zona wellness a voler rimarcare l'atmosfera avvolgente dell'ambiente.

Sul famoso lungomare di Senigallia, che ai più romantici evoca la Rotonda sul mare, si ferma e trova compimento qui, l'Albergo Terrazza Marconi, dove e' possibile entrare in un ambiente accogliente e raffinato che rievoca quell'atmosfera da set cinematografico degli anni Trenta, quando c'erano poche, ma eleganti strutture alberghiere, a ospitare un turismo d'e'lite: ecco, questo edificio dalla facciata bianca, dalle finestre ad arco e dalle colonne doriche, riproduce questo tipo di contesto. Il piccolo albergo fu edificato negli anni Trenta e venne modificato dopo un ventennio. In origine l'edificio non riportava elementi architettonici significativi, anzi risultava piuttosto anonimo, infatti si presentava come un parallelepipedo regolare con una copertura a quattro falde in tegole tradizionali in cotto, cosi' ce lo descrive l'architetto che lo ha ripensato, Gianluca Castelli. Il primo importante obiettivo per il nuovo progetto architettonico e' stato quello di coniugare la funzionalita' alla conservazione formale, seppure in questo caso, l'aspetto formale sia tornato alla luce attraverso una vera e propria rivisitazione; infatti, le finestre che inizialmente presentavano un'apertura rettangolare sono state modificate con aperture ad arco sormontate da una cornice in rilievo, realizzata in cemento.

I solai, completamente deteriorati dai sali marini presenti nell'aria, e la copertura a falde, sono stati demoliti e sostituiti con una copertura piana, all'interno della quale e' stata ricavata una terrazza-giardino. Sia la terrazza-giardino che il piano d'ingresso rialzato, sono circondati da colonne che sorreggono una trave in legno verniciata, tali elementi stilistici richiamano gli aspetti compositivi tipici degli anni Trenta, presenti nelle ville private e negli edifici turistici del tempo. Rieccheggi mediterranei sono, in realta', il frutto di un'esaltazione del Classicismo, rivalutato dalla mentalita' estetica di quel periodo.

Se la facciata e' stata rivisitata, per portare alla luce il Classicismo estetico di cui abbiamo accennato, l'organizzazione distributiva interna e' stata mantenuta intatta: sono trenta le camere per la ricettivita', ognuna delle quali si affaccia su balconi indipendenti. La concezione dell'ospitalita' si e' tradotta nel ricreare un ambiente-casa che accolga in pieno comfort, evitando la regola della conformita', infatti gli arredi delle stanze sono differenti gli uni dagli altri: i mobili in legno possono essere laccati bianco-burro o tinti wenge', le testate dei letti, in pelle o tessuto, sono in vari colori, anche i disegni e le tinte dei rivestimenti cambiano da camera a camera. Non manca la funzionalita' della tecnologia: aria climatizzata, la chiave d'accesso che e' una comoda scheda elettromagnetica, video al plasma, una tastiera a raggi infrarossi per il collegamento veloce a internet.

A sorprenderci ancora e' la possibilita' d'accesso al centro benessere nel seminterrato, dove lasciarci coccolare immergendoci nella splendida vasca rivestita con mosaico in vetro, o nell'hamman. L'eleganza formale data dall'impiego di materiali nobili come il marmo, o da elementi stilistici imponenti, come le colonne, hanno conferito la giusta personalita' alla struttura, non senza dimenticare le esigenze del nuovo marketing del turismo che punta a fornire la plus-valenza dei servizi.

Marina Racanelli

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti