hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Casa Puccinelli

Luogo:

Roma

Progettisti:

2AV Studio - Massimo Adario, Michele Arcarese, Davide Valoppi

Commitente:

Privato

Anno di redazione del progetto:

2003

Anno di esecuzione:

2004

Costo:

130.000 euro

Imprese esecutrici:

G.RE.CO. srl

Fornitori:

G.RE.CO. srl, Vetreria Cubei & C. snc, falegnameria Alessandro Giorgi, Ceramiche Appia Nuova (sanitari)

Dati dimensionali dell'intervento:

130 mq; terrazze 50 mq; bagni da 3, 9, 20 mq.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Divisione ideale
Un grande appartamento di una palazzina degli anni Sessanta reinterpretato con ampi spazi e diaframmi di luce

Uno spazio aperto ma comunque diviso nelle sue linee essenziali. Questo e' quello che percepiamo una volta entrati nell'appartamento posto nel quartiere Talenti a Roma. Massimo Adario, Michele Arcarese e Davide Valoppi di 2AV studio hanno sfruttato il sistema costruttivo in pilastri di cemento, derivato dai primi anni Settanta, periodo di costruzione dell'edificio, per poter sciogliere l'appartamento dal vincolo di dover avere murature portanti all'interno dello spazio dell'appartamento.

Una volta liberata l'area dall'obbligo della presenza di pareti obbligate, sono stati demoliti tutti i tramezzi esistenti e ridistribuiti completamente gli spazi interni. Risulta cosi' una casa molto piu' aperta e luminosa mantenendo al tempo stesso la pianta rettangolare originale della casa e le sue linee costruttive. L'entrata, centrale su uno dei lati maggiori, permette di avere una vista pressoche' completa dell'appartamento. La sensazione che da un primo sguardo viene provocata, e' quella di essere in un luogo completamente accessibile, dove ogni ambiente puo' essere raggiunto senza difficolta', nessuna porta impedisce il fluire normale degli eventi.

Tutto l'ambiente e' pervaso da una marcata orizzontalita' degli elementi, da spigoli vivi che risaltano nel bianco delle pareti e del soffitto, le librerie poste tutto intorno al perimetro fanno da sfondo a tutto l'appartamento. Il pavimento in parquet essenza wenge' riflette, grazie alla sua lucidita', il chiaro colore degli intonaci permettendo di accentuare le linee essenziali del mobile laccato bianco opaco, che attaccato al soffitto, si snoda, quasi muovendosi a scatti, dall'entrata alla sala da pranzo, dividendo sia idealmente sia fisicamente la zona giorno dalla zona notte.

Il mobile non divide semplicemente l'appartamento, ma anche la concezione di idee, si passa dall'orizzontalita' della zona sinistra della casa, alla verticalita' della zona destra, dove sono presenti i bagni e le camere da letto. Unico elemento di continuita' e' il pavimento in parquet, che con il suo colore, unisce simbolicamente tutti i luoghi, mischiandosi con i colori presenti nelle due zone permettendo quasi di percepire un sapore diverso per ogni zona della casa. Si va da un aroma speziato, quasi orientaleggiante della zona notte, dove il blu, unito al colore del parquet creano questa sensazione, alla fragranza di cioccolato-panna della zona giorno. Particolarita' dell'appartamento sono i bagni, dove l'(in)consistenza e' il segno distintivo. Il vetro acidato, materiale utilizzato in tutte le superfici di questi ambienti, dona una sensazione di leggerezza, trasparenza e libera fruizione di spazi.

Fabio Piergiovanni

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203040506

Disegni e rendering