hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Nuova costruzione

Luogo:

Milano

Progettisti:

Max Minoja

Collaboratori:

Martina Caglioni

Commitente:

Viscardi Hotel

Anno di redazione del progetto:

2004

Anno di esecuzione:

2006-2008

Imprese esecutrici:

Metron Spa

Marchi:

Lema Spa, Zucchetti Rubinetterie, Flos, Duravit

Caratteristiche tecniche particolari:

Studio insonorizzazione - Biobyte

Foto:

Aaron Baghetti

 

Tra contemporaneo e classico
Il progetto dell'Hotel Crowne Plaza di Max Minoja

Il Crowne Plaza Milan City e' il nuovo albergo della catena Intercontinental Hotels Group.

Il concept studiato dall'architetto Max Minoja e' basato sull'utilizzo di materiali naturali come la pietra e il legno, trattati in modo da valorizzarne le caratteristiche specifiche.

Dal punto di vista progettuale, l'area riguardante le camere si differenzia nettamente da quella degli spazi comuni.
Le camere sono disponibili in due tipologie di colore: una chiara e una scura.
La prima prevede, per quel che concerne gli arredi, un rovere rigato di colore naturale volutamente in contrasto con il marmo verde con venature che variano dal verde chiaro al verde scuro (verde Guatemala), utilizzato nei bagni.
I tessuti impiegati per le tende e gli imbottiti spaziano invece in un range di colori che vanno dal giallo al verde.

L'altra soluzione prevede contrariamente arredi sempre in rovere ma tinto scuro, in contrasto questa volta col marmo chiaro (botticino) dei bagni.
Per quanto riguarda gli imbottiti e le tende qui e' utilizzata la scala cromatica dei bordeaux.

Cio' che caratterizza maggiormente queste camere e' pero' la testata dei letti, che riproduce in modo stilizzato il volto di una donna di Rene' Gruau, stampata su una lastra di vetro acidato retroverniciato.

Oltre a questa, troviamo altre citazioni di fashion designer e richiami all'art nouveau, che nascono dalla passione del progettista per questo periodo storico.

Le parti comuni si differenziano dall'ortogonalita' delle camere, attraverso le forme sinuose ben evidenti per esempio negli arredi del bar e della reception.
I materiali scelti per queste aree sono: legno palissandro, trattato lucido per gli arredi, marmo botticino e emperador dark per pavimenti e rivestimenti.

Per concludere, possiamo dire che il progetto ricerca di uno stile contemporaneo che abbandona il minimal e il design, per un ritorno all'espressivita' classica della forma e dei materiali.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti