hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Demolizione e ricostruzione di un'abitazione unifamiliare

Progettisti:

ArchiDigital Studio

Anno di redazione del progetto:

2007

Anno di esecuzione:

2008

Commitente:

Privato

Luogo:

Chieti

 

Vivere in una scatola
Demolizione e ricostruzione di un'abitazione unifamiliare

Lungo la strada che conduce in Val di Sangro (Chieti) nel comune di Archi, s'incontra una recente costruzione semplice e geometrica, situata in un territorio urbano dove gli altri edifici presentano visibili segni del tempo.

L'immobile è stato realizzato demolendo un fabbricato esistente risalente agli anni '30, il quale presentava evidenti segni di degrado strutturale.
La tecnologia utilizzata per la nuova costruzione è la tradizionale muratura portante in laterizio, un materiale dalle altissime prestazioni termiche che consente di rispettare le recenti normative sul risparmio energetico.
Grazie a questo la parete portante ha una buona resistenza termica, ottime doti d'inerzia termica (smorzamento e sfasamento) e di salubrità ambientale.

Il concetto estetico dell'edificio
La struttura adotta il concetto del 'living box' (dall'inglese: 'vivere in una scatola').
Potrebbe per molti sembrare qualcosa di strano, ma in una società in cui le trasformazioni socio-culturali influenzano molto rapidamente il modo di vivere sta sempre più prendendo corpo l'idea di vivere in un contenitore, dove la scatola deve essere intesa come entità mobile, funzionale e minimale.

L'interno
Al piano terra è presente la zona commerciale e al piano primo la residenza disposta su due livelli.
L'abitazione è un duplex, zona living al piano primo e zona notte al sottotetto.
La distribuzione interna risulta razionale e ricercata.
La pavimentazione è in gres porcellanato e tutti i vani, anche quelli più nascosti, sono illuminati da una luce naturale grazie al grande abbaino posizionato sul vano scala.
Il ruolo dell'abbaino è anche offrire un importante contributo al comfort igrotermico: in periodo estivo per gli effetti dell'irraggiamento solare il flusso d'aria è ascensionale, e con l'abbaino fuoriesce sfruttando l'effetto camino limitando la propagazione del calore; in periodo invernale, il vapore acqueo prodotto crea il fenomeno della condensa, l'abbaino contribuisce al ricambio dell'aria evitandone il problema.

Per il riscaldamento e rinfrescamento, è presente un impianto a pompa di calore, che offre una qualità di comfort ideale per tutto l'anno, salvaguardando l'ambiente e garantendo un risparmio energetico.
Gli infissi in alluminio sono infine a taglio termico con vetrocamera. L'adozione di questa tecnologia ha permesso di aumentare la classe di isolamento termico del serramento e annullare completamente l'effetto condensa.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering