hai scelto:homelifedesigneventi
Rivoluzione urbana
27 | 3 | 2009

EVENTI

Rivoluzione urbana

Soluzioni per una nuova stagione metropolitana, aspettando Shanghai 2010

Una vita migliore nel futuro sviluppo delle citta' del pianeta. E' questo, in breve, il tema centrale dell'Expo' 2010 di Shangai. Anche lo slogan "Better City, Better Life" sottolinea l'obiettivo dell'evento: porre al centro del dibattito la citta', e l'uomo, che in essa vive e produce.

Servono progetti e strategie per ridisegnare il profilo, non solo fisico, ma anche geo-politico e sociale delle grandi aree urbane, in cui oggi vive piu' del 70% degli abitanti dei paesi sviluppati e industrializzati. Quali, dunque, le possibili soluzioni e le nuove sfide, per preparare il terreno a chi dovra' ristabilire gli assetti delle citta' di domani?

Una delle risposte risiede in un approccio diverso alle problematiche delle metropoli.
E' necessaria, cioe', una crescita di consapevolezza da parte della societa' civile, maggiore interesse e coinvolgimento, attivi, rispetto ai grandi temi che riguardano le citta' moderne: inquinamento, risorse energetiche, percorsi alternativi per la mobilita', controllo delle aree periferiche, criminalita' e pressione sociale. E' un approccio possibile.
Lo dimostra il lavoro di enti e associazioni che, da anni, orientano i propri sforzi in questa direzione con risultati eccellenti.

Negli Stati Uniti, per esempio, sono presenti veri e propri osservatori sullo sviluppo urbano. Organizzazioni in grado di raccogliere dati (attraverso il lavoro di operatori sul campo), proporre strategie d'azione e attivare iniziative di promozione culturale e sociale per sensibilizzare i cittadini rispetto a problematiche di interesse comune.

"Come rimedio alla vita di societā suggerirei la grande cittā. Ai giorni nostri, č l'unico deserto alla portata dei nostri mezzi." (A. Camus)

- Centre for an Urban Future e' uno degli esempi piu' significativi, a partire dalla citta' in cui nasce e si sviluppa: New York. Lo staff di questa organizzazione pubblica opera a vari livelli nell'area metropolitana della City, pubblicando ricerche in diversi campi: da quello economico a quello dell'aggregazione giovanile, dall'educazione allo sviluppo della criminalita'. Sulla base delle esigenze dei cittadini propone soluzioni per uno sviluppo urbano sostenibile e consapevole.

- Sustainable Seattle e' un altro caso emblematico di organizzazione no-profit che si occupa di promozione sociale e di sviluppo urbano sostenibile. Presente sul territorio metropolitano dal 1991 ha un approccio eco-oriented e, tra i suoi obiettivi, la trasmissione e l'insegnamento di principi, buone pratiche e indicatori dell'agire sostenibile. Sviluppa strumenti per la raccolta di dati e il monitoraggio di modelli locali.

- PLEA (Sustainable Architecture + Urban Design) e' un'organizzazione no-profit che opera a livello mondiale e si occupa di design urbano e architettura sostenibile attraverso workshop annuali, conferenze, pubblicazioni e mostre. Il suo principale obiettivo e' la divulgazione di materiale e documentazione inerente il bio-climatic design e l'architettura a basso impatto ambientale.

- Non ultima H20 (Nuovi scenari per la sopravvivenza), realta' italiana oggi tra i primi riferimenti al mondo legati al problema dell'acqua. L'organizzazione no-profit e' portatrice di un concept, di una piattaforma, che consiste nel promuovere la cultura del progetto, mirata all'istruzione, alla formazione didattica a piu' livelli con laboratori e workshop, alla progettazione etica di prodotti e stili di vita.

Tommaso Farina


Con Designrepublic puoi pubblicare i tuoi progetti in un'area personalizzata e segnalarli alla redazione per la sezione Progetti.
Scopri come

Registrandoti riceverai una newsletter quindicinale con gli ultimi progetti inseriti, le novità, gli inviti agli eventi e ai nuovi concorsi e tanto altro ancora. Iscriviti ora!