hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Zodiac, sotto il segno del bagno

Graduatoria:

Segnalato Sagittario

Progettisti:

Annalisa De Castro

Segno zodiacale:

Sagittario

Consulenza astrologica:

Stefania Marinelli

Aziende partner:

Rivestimenti: Ceramica SANT'AGOSTINO; Rivestimenti: BIGELLI MARMI; Rivestimento lavabo: VIVA Ceramiche; Sanitari: DURAVIT; Rubinetteria: HANSGROHE; Rubinetteria: HANSA ITALIANA

Anno:

2004

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Natura divina
L'architetto Annalisa De Castro progetta un bagno

"E naque dunque Caos primissimo; e dopo, la Terra / dall'ampio seno, sede perenne, sicura di tutti / gli Dei ch'ha'nno in possesso le cime nevose d'Olimpo, / e, della terra dall'ampie contrade nei ba'ratri, il buio / Tartaro; e Amore, ch'e' fra tutti i Celesti il piu' bello, / che dissipa ogni cura degli uomini tutti e dei Numi, / doma ogni volonta' nel seno, ogni accorto consiglio".

Inizia cosi', con le parole tratte dall'incipit della Teogonia di Esiodo, la relazione con cui l'architetto Annalisa De Castro presenta il suo progetto, battezzandolo con uno dei titoli piu' importanti della drammaturgia greca. Il richiamo all'opera nasce da una voluta aderenza tra il bagno progettato e gli elementi primordiali della natura, intesi come fonti di vita e di energia.

La vasca appare come un guscio, in sintonia con la simbologia di una "Madre-Terra" protettiva ed avvolgente; il muro presenta una fenditura ellittica con una membrana elastica di un fucsia acceso che evoca il colore e il calore del dio Amore; i sanitari sono confinati al di la' del muro, in uno spazio "remoto" che ricorda l'oscurita' del regno di Tartaro; il Caos generatore e contenitore di tutto e' ricordato dalla parete a spirale in acciaio inox che avvolge tutti gli elementi della stanza.

Nell'immaginario dell'architetto De Castro il bagno e' un luogo di pulizia e rigenerazione, che, superando la riduttiva accezione di stanza di servizio, recupera il ruolo e la ritualita' che gli erano proprie nel passato. A questo intento e' imputabile la scelta di orientare verso la liquidita' e la purezza la pavimentazione della stanza, rivestita con tessere di mosaico nelle tonalita' blu e verde.

L'analisi astrologica mette in luce fin dal primo impatto gli aspetti di grandiosita' ed etereita' che competono all'ambientebagno proposto dall'architetto cosi' come al segno del sagittario a cui appartiene. La De Castro punta ad allontanarsi dall'ordinario, tende all'elevazione, all'ascesa verso una dimensione ideale, di cui il suo progetto diventa metafora.

La spirale che caratterizza la stanza parte da un punto per poi tendere verso lo sdoppiamento, i sanitari sono distribuiti lungo la linea mobile della parete, la vasca avvolgente diventa luogo dell'abbandono fisico e mentale; tutta la spazialita' e' giocata sul ritmo di curve e movimenti. Particolarmente significativa l'ellisse presente nella parete prospiciente l'ingresso, che riprende le forme di una figura umana, in cui il triangolo superiore diventa testa, quello inferiore rappresenta i piedi e la parte centrale simboleggia l'anima, a sottolineare che ci troviamo nel luogo dell'uomo per l'uomo.

Altro tratto dominante dell'ambiente e' la luce, evocata con stratagemmi che valorizzano le fonti naturali combinandole con punti artificiali, in un dualismo tipicamente umano. Unico elemento a rifuggere la generale flessuosita' e' lo specchio, che tradisce l'influenza di un ascendente capricorno orientato verso onesta', essenzialita', rigore e giustizia.

M. P.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering