hai scelto:homeprogettiinterior design

Concorso:

Zodiac, sotto il segno del bagno

Graduatoria:

Segnalato Gemelli

Progettisti:

Donatella Diolaiti

Collaboratori:

Giovannino Tosi

Segno zodiacale:

Gemelli

Aziende partner:

Rivestimenti: Ceramica SANT'AGOSTINO; Pavimentazione: ALIPARQUETS; Opere in marmo: BIGELLI MARMI; Sanitani: LAUFEN; Vasca: TEUCO; Rubinetteria: HANSA ITALIANA

Anno:

2004

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Il fascino delle antiche terme romane
I materiali utilizzati dagli antichi romani per costruire le loro famose terme rinascono in un bagno di grande bellezza e originalita'

La casa e' il respiro incessante dell'uomo. Le case sono sogni, pensieri e sensazioni esteriorizzati. Attraverso la casa l'uomo parla al mondo. La casa e' cosmo divenuto involucro, e' un prisma che apre lo sguardo sulla storia segreta dell'uomo e dell'universo. Le molteplici limitazioni del corpo e dei sensi formano lo spazio dell'anima che si dispiegano attraverso gli elementi che compongono le abitazioni creando strutture riproducibili.

Gli ordini dello spazio sono, in fondo, la manifestazione dei gesti del trattenersi e del fermarsi. In questa cornice casalinga nascono i balneum e i balnearia poi thermae dove i Romani si recavano per praticare esercizi fisici e bagni salutari. Intatta e' rimasta la loro funzione nel corso di due millenni: la stanza/balneum era allietata, oltre che da un labrium /vasca riccamente ornata, da una magnifica pavimentazione, da cornici in basalto, da decorazioni ricche ed eleganti con rilievi raffiguranti amorini, delfini, tritoni, con grandi specchi alle pareti, con atmosfere profumate da oli ed essenze/unctorium.

Se la casa e' suggestione che scaturisce dalle istanze piu' intime dell'uomo, il bagno come luogo di purificazione del corpo, rappresenta l'esigenza di autorappresentazione di chi l'ha costruito il cui codice simbolico e' costituito da una costellazione di varianti lessicali. Il balneum diventa cosi' una categoria estetica intesa come sintesi di valori. Da queste considerazioni prende l'avvio il progetto dell'architetto Donatella Diolaiti. La prima scelta progettuale e' stata quella di posizionare al centro della stanza un lucernaio che filtra l'aria e la luce.

La luce zenitale ha il compito di polarizzare la presenza della vasca incassata nel pavimento e la disposizione radiale degli altri oggetti che compongono il bagno. Oltre la porta a due battenti in legno laccato si trova la parete che ospita il lavabo a colonna e sul lato opposto il wc e il bidet sospesi. A sottolineare la centralita' del bagno concorrono anche quattro capienti contenitori agli angoli del volume, conclusi da ante curve in legno naturale. La pavimentazione e' rivestita in lastre di marmo di differenti colorazioni. Alle pareti alcune lastre di marmo coprono uniformemente la totalita' della superficie con l'esclusione della parete opposta all'ingresso che propone, con due diverse qualita' dello stesso materiale, un elemento pittorico che richiama il movimento di un drappeggio. Altri elementi d'arredo sono la panca, posta di fronte all'ingresso, quasi appoggiata al drappeggio e due balaustre in legno naturale che separano la vasca dai sanitari e al contempo sono elemento d'appoggio funzionale. Con l'opulenza e la bellezza dei materiali il progettista dei gemelli sottolinea la predilezione per il bello.

Augusto Magni

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Disegni e rendering