hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Restauro e ristrutturazione palazzetto nel centro storico

Progettisti:

Met Architetti

Luogo:

Amelia (Tr)

Commitente:

Privato

Anno di esecuzione:

2008

Anno di redazione del progetto:

2008

Imprese esecutrici:

Edil.To.Re.Ale

Dati dimensionali dell'intervento:

290 mq. + 70 mq esterno

Foto:

Filippo Vinardi

 

Progettare il silenzio
Il progetto di restauro dei Met Architetti

Untitled Document



Amelia, un luogo dove riscoprire il piacere del silenzio passeggiando per i suoi vicoli medievali. Il posto ideale per la famiglia di una giovane coppia che cercavano un luogo dove trascorrere del tempo insieme. La scelta e' ricaduta su un palazzetto ad angolo nel cuore del centro storico, una struttura in pietra su tre livelli piu' un mezzanino e un piccolo giardino all'interno di una corte.

Il progetto si e' confrontato con la necessita' di riportare alla luce quelle che erano le peculiarita' della struttura del piccolo edificio, cercando di lavorare eliminando le superfetazioni e tutto ciò che risultasse estraneo con la scansione delle stanze. Allo stesso tempo ha cercato di confrontarsi con l'esistente reinterpretando in chiave contemporanea l'atmosfera e i sapori del luogo sfruttando al meglio gli spazi per rispondere alle richieste dei committenti.

L'organizzazione degli ambienti e' stata pensata in progressione cosi' da avere gli spazi dedicati alla convivialita' al piano terra (cucina, zona pranzo, giardino, servizi e lavanderia), il salotto e le stanze degli ospiti al piano primo, il salotto/tv e lo studio/gioco al mezzanino fino ad arrivare a spazi piu' intimi e raccolti nell'ultimo piano con le camere padronali e lo studio privato.

Le scale diventano il nucleo attorno al quale si raccontano gli spazi: va vista in quest'ottica l'apertura della porta nella sala del grande camino che consente, attraverso il ballatoio, una percorrenza anulare, dove l'illuminazione diurna e artificiale assumono un ruolo importante nel riconfigurare un'unitarieta' degli spazi.
Alcune modifiche (previo parere della Soprintendenza dell'Umbria) sulle aperture delle facciate hanno permesso di ricollegare fisicamente e visivamente lo spazio interno con il giardino attraverso la grande vetrata della zona pranzo al piano terra e l'apertura di una grande finestra che dal salotto del primo piano si affaccia verso il giardino.

Particolare attenzione e' stata posta alla selezione dei materiali, scelti attraverso un criterio funzionale e sensoriale allo stesso tempo, l'intonaco bianco fa da sfondo ai colori decisi che danno rilievo al grande camino del salotto e allo studio/gioco del mezzanino.
I pavimenti in marmette di cemento levigato della cucina si affiancano alle pianelle di cotto e alle ceramiche decorate a mano dei rivestimenti dei bagni, l'isola in muratura della cucina affianca elementi high-tech e racconti del tempo passato, il battiscopa diviene una fascia colorata che ripercorre gli spazi descrivendo, attraverso il cambio di altezza e colore la vita della casa, dagli spazi dedicati al gioco azzurri e bordeaux, ai toni glicine e azzurro per le stanze da letto, alle contrapposizioni del verde malva e del bianco antico per la cucina e il pranzo, alle variazione del blu per i bagni.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203040506070809101112

Disegni e rendering