hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Ristrutturazione e arredamento

Luogo:

Asti

Progettisti:

Enrica Narbonne - Se-Arch Progetti

Commitente:

Eureka Immobiliare Nord-Ovest Srl per Tuit

Anno di esecuzione:

2009

Costo:

1.600.00,00 euro

Foto:

Leo Torri

Imprese esecutrici:

opere edili: Franco Barberis s.p.a. opere di restauro decorazioni facciata: Studium snc impianti aeraulici: Scaglia & Gerbo impianti elettrici: Gino Valle controsoffitto insonorizzante: Rostagno opere di arredo: Fratelli Groppo

Fornitori:

Demanincor, Kartell, Acrila, Thonet, Belux, Flos e Xal

 

Eataly e Tuit
Ad Asti uno speciale progetto di ristrutturazione e arredamento

L'edificio che ospita i ristoranti "TUIT" e il market "EATALY" in Asti, sorge al margine del centro storico nella via del teatro comunale.
Nel corso del tempo, l'edificio e il suo apparato decorativo sono stati pesantemente rimaneggiati e questo, insieme all'abbandono trentennale, ha condotto alla situazione di pesante degrado in cui versava al momento dell'acquisto da parte degli attuali proprietari.

Pieno di storia e di ricordi, l'edificio è parso fin da subito la sede ideale per ospitare l'iniziativa commerciale TUIT, nata dalla collaborazione con Eataly con cui condivide lo scopo di valorizzare i prodotti di alta qualita' della tradizione agroalimentare italiana.
La passione con cui è stata "costruita" l'iniziativa imprenditoriale ha sostenuto il complesso lavoro di recupero dell'organismo edilizio, che si articola su quattro livelli: dispense e servizi al piano interrato; bar, ristorante e market al piano terra; cucina e tavolo del cuoco al primo piano, ristorante per la sola cena al secondo piano.

L'edificio è stato dotato di tutti gli impianti e gli accorgimenti tecnici necessari, oltre che al suo corretto funzionamento, anche al conseguimento di elevati standard di confort per gli utenti.
In particolare è stata posta grande attenzione all'acustica delle sale di ristorazione in cui sono stati realizzati controsoffitti e pannellature capaci di attenuarne la rumorosita'.

L'aspetto piu' essenzialmente decorativo del progetto è stato affidato ad alcuni mirati interventi fotografici, elaborati con la collaborazione dello studio Torri di Milano, volti a sottolineare lo stretto legame dell'attivita' con il territorio.
Il muro che, entrando nell'edificio, fa da sfondo alla scala di collegamento dei vari livelli, è stato interamente rivestito con una pannellatura su cui sono state impresse le fotografie di una collezione di piatti artigianali del proprietario, alternate a lampade in cui la sorgente luminosa, schermata da dischi in lamiera di metallo bianca, esalta l'effetto trompe l'oeil della composizione.

Alle pareti del ristorante sono state collocate una serie di fotografie di grande formato, che riproducono i prodotti di base della cucina piemontese e le sue perle: le verdure per la bagna cauda, il formaggio per la fonduta, il pane, i salumi, le frutta, la cacciagione e il re tartufo.


Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti