hai scelto:homelifedesigneventi
010203040506
Townscapes e (Un)Changing Community
28 | 8 | 2010

EVENTI

Townscapes e (Un)Changing Community

Doppio omaggio a Toni Benetton e Toni Follina

Il Padiglione Venezia ai Giardini ospita, in occasione della dodicesima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, un doppio omaggio "veneto": ad uno scultore, Toni Benetton, e ad un architetto, Toni Follina.

Del maestro Toni Benetton viene proposta una visione del tutto peculiare, di scultore – urbanista, in largo anticipo rispetto a tematiche oggi finalmente dibattute ed acquisite. I Townscapes ideati da Benetton gia' a partire dagli anni '70, e ora riproposti alla Biennale, fanno dell'opera d'arte il fulcro, lo strumento primo per assicurare unitarieta' e dignita', tramite appunto l'arte, a luoghi periferici e ad architetture di scarso o nullo pregio. E tutto questo molto prima che questi temi fossero all'ordine del giorno di architetti ed urbanisti. La riflessione sul tema di Toni Benetton ha inizio con il filone delle "linee generatrici" degli anni '70, composto da grandi opere in acciaio corten concepite per attribuire nuovi significati alle aree urbane. A questo si e' innescato successivamente il ciclo di ideazioni, mai realizzate, denominate Townscapes. Proprio a questo tema e' dedicato il Padiglione, in un percorso che propone elaborati progettuali e plastici, mostrando una visuale completa sulla ricerca compiuta sugli undici progetti di Towscapes.

Nell'idea dell'artista, dovevano essere opere, in metallo verniciato, concepite non tanto per essere un semplice prodotto scultoreo e autosufficiente nel tessuto urbano, bensi' per divenire vere e proprie strutture da attraversare come porte o da frequentare per una sosta, secondo criteri di relazionalita'.

Townscapes e (Un)Changing Community - Venezia, Padiglione Venezia ai Giardini Dal 29 agosto al 21 novembre 2010

Solidi geometrici, atti a mettere in dialogo fra loro gli edifici circostanti in modo tale da rendere possibile il superamento della sintassi urbanistica fondata sulla mera giustapposizione dei volumi costruiti. Una riflessione che porta all'instaurarsi di una connessione nuova fra le parti, capace tra l'altro di generare un contesto di senso per l'esperienza sociale quotidiana, quindi una prospettiva che avvicina l'arte, l'architettura ed i luoghi alla percezione delle persone.

Negli anni '80, periodo in cui venivano concepiti i Townscapes, un significativo contributo alla ricerca architettonica italiana e' stato dato da Toni Follina, autore che con Benetton ha condiviso il medesimo clima culturale e nel cui lavoro si possono rinvenire delle riflessioni affini, pur partendo da una matrice espressiva differente. Nel 2009 e' stato inaugurato uno dei progetti piu' caratterizzanti la ricerca di Follina, il recupero del Sant'Artemio di Treviso – un ex-manicomio, riconvertito a sede istituzionale dell'ente Provincia – articolato in padiglioni immersi nel verde di un parco monumentale. A questo articolato intervento, che ha ricevuto prestigiosi premi e menzioni internazionali, e' dedicato una parte del Padiglione Venezia con l'esposizione di plastici e fotografie. In questo lavoro lo spettatore puo' ritrovare alcuni degli elementi che caratterizzano la matrice architettonica di Follina.

A completare il percorso, due video. Uno dedicato a Toni Benetton e uno a Toni Follina. Per il primo, frammenti di repertorio provenienti dall'archivio del museo dedicato all'artista, mostreranno l'autore mentre lavora con di sottofondo la narrazione dei Towscapes. Nel secondo, scorreranno immagini del Sant'Artemio, ed a corredo alcun riflessioni circa l'estetica costruttiva di Toni Follina.

Redazione Designrepublic


Con Designrepublic puoi pubblicare i tuoi progetti in un'area personalizzata e segnalarli alla redazione per la sezione Progetti.
Scopri come

Registrandoti riceverai una newsletter quindicinale con gli ultimi progetti inseriti, le novità, gli inviti agli eventi e ai nuovi concorsi e tanto altro ancora. Iscriviti ora!