hai scelto:homeprogetti

Progettisti:

Michele Merla

Collaboratori:

Domenico Lecce

Commitente:

Privato

Luogo:

San Giovanni Rotondo

Imprese esecutrici:

Lavori edili: Michele Lalla; Ebanisteria: Vincenzo Lazzaro; lavorazione e fornitura vetri: Vetreria Di Maggio; impianto elettrico: Impresa Gino Lalla; impianto termoidraulico: Impresa Giuseppe Aucello; lavori di cartongesso e pitturazione: Mischitelli Michele e Leonardo Merla

Marchi:

De Padova, Cappellini, Penta, Flos, Vistosi, Bardelli, Runtal

Dati dimensionali dell'intervento:

110 mq.

Fornitori:

Centro Ceramiche Gelsomino; Ceramica Bardelli; pavimentazione Mirage; sanitari Catalano; rubinetteria Paini; termoarredo Runtal; controtelai Scrigno; Arredi: De Padova, Cappellini; Tendaggi: Esseffe s.a.s.; Luci: Penta, Flos, Vistosi

 

Identita' di spazi lavorativi
Studio Notarile

L'idea iniziale parte dalla considerazione che ogni luogo, interno o esterno, emana già di per sé elementi essenziali e sufficientemente connotativi per la progettazione e la definizione degli spazi.

In questa prospettiva è stato analizzato lo stato di fatto del luogo e considerata la richiesta da parte della committenza, ovvero avere uno spazio il più possibile utile e rappresentativo di una contemporaneità spaziale e materica, che non sfociasse però in una sorta di assemblaggio di elementi "modaioli".

La progettazione distributiva degli spazi si è poi articolata risolvendo la parte centrale, che rappresentava il fulcro di tutta l'organizzazione, con una divisione tra operatività discreta (ufficio notarile, uffici assistenti, archivio) e operatività di rappresentanza (reception, sala attesa e sala stipule).

L'unione tra le due zone e la sua materializzazione è stata affidata a una struttura interamente in legno, la quale si prestava molto bene alla flessibilità e dinamicità degli spazi ideati.
La maggior parte degli elementi sono stati realizzati in legno e sono costituiti da pareti fisse curve, da contenitori e da una parete curva scorrevole.
L'essenza utilizzata è il rovere "castagnato" la cui venatura è stata volutamente richiesta in senso orizzontale e marcata, questo per apprezzare maggiormente le valenze del materiale naturale.

Al legno si sono affiancati materiali come il vetro acidato, il metacrilato e il gres porcellanato per la pavimentazione.
L'insieme dei materiali e delle soluzioni distributive rendono lo spazio sobrio ed elegante, e creano un ambiente caldo e luminoso, distante dai consueti asettici spazi lavorativi.
Gli elementi curvi in legno, in metacrilato e in vetro acidato sono legati da un unico gesto curvilineo che delimita gli spazi e li caratterizza con enfasi e discrezione senza farli mai apparire invadenti e sontuosi e conferendo loro originalità e identità.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

IdentitÓ di spazi lavorativi01IdentitÓ di spazi lavorativi02IdentitÓ di spazi lavorativi03IdentitÓ di spazi lavorativi04IdentitÓ di spazi lavorativi05IdentitÓ di spazi lavorativi06

Disegni e rendering