hai scelto:homeprogetti

Intervento:

Funivia Monte Ivigna

Luogo:

Merano

Progettisti:

Roland Baldi

Collaboratori:

Harald Kofler, Karin Kretschmer

Commitente:

Funivie Monte Ivigna Spa

Anno di redazione del progetto:

2009

Anno di esecuzione:

2010

Imprese esecutrici:

Zh General Construction Company/Doppeldayr Italia Gmbh

Foto:

© Meran 2000 - Frieder Blickle

 

Una funivia moderna
Il progetto di Roland Baldi

Il progetto dell'architetto Roland Baldi riguarda la realizzazione della Funivia Ivigna. Il progetto comprende la stazione a monte e quella a valle.

Stazione a Monte
La stazione della funivia si compone di quattro corpi edilizi differenziati tra di loro per materiale e forma: un basamento, l'involucro rosso del macchinario perpendicolare al pendio, due volumi vetrati per i binari e il blocco in linea del bistro' e zona picnic.
Al piano terra si trovano le banchine con la zona d'attesa e la cassa con la sala comandi. Di fronte alla zona si trova l'accesso alla zona ristorazione, i servizi e un magazzino.
Al primo piano si trovano il bistro', la zona picnic e uno spazio d'animazione per bambini rivolto verso la collinetta dei bimbi con una facciata interamente vetrata.
Lungo la facciata si sviluppa la terrazza panoramica-solarium, innestata direttamente nel pendio.
La facciata verso valle e' prevalentemente chiusa, ma grazie a diversi intagli vetrati offre allo sguardo un'ininterrotta panoramica in direzione di Merano.
Il basamento si manifesta come muro di sostegno in calcestruzzo bocciardato. L'involucro rosso, realizzato in traliccio d'acciaio, e' rivestito di lamiera stirata offrendo protezione alle intemperie.
I binari e la zona d'attesa sono eseguiti con una facciata vetrata che permette la vista panoramica verso la valle. Il blocco trasversale presenta verso monte una facciata in vetro che si chiude progressivamente sui lati corti, quasi fosse un codice a barre, con pannelli sandwich solcati da tagli vetrati distribuiti in modo tale da far godere liberamente la vista verso valle.
La terrazza e' realizzata in struttura lignea.

Stazione a valle
La stazione a valle e' stata completamente sostituita fino all'esistente pozzo dei contrappesi.
Il nuovo impianto e' composto da due corpi edilizi intersecati e differenziati per materiale, forma e funzione.
Il primo, un corpo a copertura piana a due livelli realizzato in struttura massiccia, ospita i principali ambienti e servizi connessi all'esercizio della funivia e il collegamento interno coperto alla banchina. Per evidenziare il nuovo edificio dal vicino bistro', e per dotarlo anche di adeguato riparo dalle intemperie, si e' optato per racchiudere in un involucro tutto il nucleo tecnico della mobilita'.
Il secondo corpo, intersecato con l'edificio lineare, ha una forma dinamica ed e' completamente chiuso fino al lato rivolto a monte, dove si apre completamente, quasi fosse uno schermo televisivo, rimandando alla stazione a monte. Il trattamento dell'involucro con l'evidente colore rosso rimanda alla dinamica del trasposto, al continuo passaggio delle cabine e simbolicamente, al salire da terra verso le alte vette di Merano 2000.
Mentre il primo corpo tende a fondersi nel contesto delle pareti rocciose circostanti, l'involucro della funivia salta chiaramente in primo piano e manifesta funzione e contenuto dell'edificio.
La copertura riprende la pendenza dell'adiacente bistro' e la direzione delle funi, e insieme rimandando alla stazione a monte e sottolineando il passaggio delle cabine.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi01Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi02Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi03Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi04Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi05Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi06Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi07Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi08Una funivia moderna, il progetto di Roland Baldi09