hai scelto:homeprogettiinterior design

Intervento:

Progettazione degli interni di un appartamento in una antica villa

Luogo:

Bologna

Progettisti:

Lucia Bentivogli

Collaboratori:

Tiziana Boselli

Commitente:

Privato

Anno di redazione del progetto:

2005

Anno di esecuzione:

2006

Imprese esecutrici:

Coop costruzioni

Fornitori:

Tierre Infissi, Chelli, Arredoluce, Salis, Manuela Fabbri (lampade decorative)

Dati dimensionali dell'intervento:

300 mq.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Fasti contemporanei
Ricercate atmosfere chic per il recupero di una villa bolognese di gusto eclettico

E' amore a prima vista: una villa antica, con tracce architettoniche risalenti al Cinquecento, fino ai primi del secolo scorso, e l'interpretazione dedicatale dall'architetto Lucia Bentivogli. Superfici lucide dialogano con le neutre tonalita' naturali di rovere sbiancato – in listoni per il nuovo pavimento - pelle e legno, tessuti color tortora, e con le pareti avorio e grigio. Il nero risolve ogni incertezza e, anche accostato al rosso Cina, da' incisivita' al progetto che e' pensato per una committenza giovane e vuole essere contemporaneo.

La ristrutturazione degli interni di questo appartamento ricavato al piano nobile, per una superficie complessiva di 300 mq, muove dall'intenzione di entrare con discrezione e pacatezza nel confronto con la personalita' irresistibile di affreschi e stucchi preesistenti. Esserci, ma per indicare allo sguardo di volgersi intorno e lasciarsi condurre. Al grande ambiente centrale si accede dalla scala monumentale esterna: e' un lungo salone, la cui profondita' e' enfatizzata dalla disposizione del parquet e scandita da una successione di tre porte incorniciate, sovrastate da mascheroni.

A queste sono alternati medaglioni ovali con affreschi. La luminosita' naturale di questo ambiente, aperto alle estremita' da ampi finestroni, e' ribadita dall'illuminazione artificiale che si diffonde sulla volta a botte. All'ingresso due poltroncine antiche illuminate d'oro, al centro un tavolo ovale, due basse credenze dal disegno classico trattate con una laccatura antichizzata nera, suppellettili di pregio e un semplice tappeto nero.

La simmetria che ordina questo ambiente – e tutto l'appartamento - e che il progetto sostiene, e' solo cautamente smentita dalla disposizione del salotto: il divano in pelle, con gli enormi cuscini e il tavolino monolitico, e' "sbilanciato" a guardare una semplice mensola in pietra, profonda appena per ospitare il moderno focolare di un televisore al plasma. La zona pranzo e' arricchita da belle sedie ornate e dallo sfavillio delle due piantane gemelle. Un tappeto, semplicemente rosso, riscalda i bagliori dei cristalli. Dalla zona soggiorno si accede, attraverso i sei portali, alle stanze piu' intime della casa: da un lato la zona notte, con la camera matrimoniale al centro e lateralmente le due camerette, separate dalla matrimoniale ognuna da un bagno e un guardaroba; dall'altro cucina, studio, lavanderia, un altro bagno.

Per articolare meglio gli spazi e adeguarli alle esigenze distributive richieste dalla committenza sono state realizzate delle loggette/disimpegno con volta a crociera che immettono alle camerette e agli spazi di servizio. I due bagni a servizio delle camere padronali sono quasi gemelli: gli stessi materiali – mosaico dorato, pietra, vetro e acciaio – e i colori, di una ricercatezza minimalista. I soffitti in legno, sono, qui, nuovi e tinteggiati in chiaro. In tutto l'intervento l'illuminazione artificiale e' volta a sottolineare la presenza dei decori esistenti e ad amplificare l'effetto scenografico, ma e' capace anche di costruire ambientazioni raccolte, impreziosendo gli spazi privati.

Alcuni faretti a pavimento danno carattere agli spazi di disimpegno. Due ammiccanti lampadari sono sospesi sulla vasca e nel bagno degli ospiti, un terzo pende sul tavolo laccato nero della cucina. Ecco, la cucina. Chiamarla cosi' quasi sembra riduttivo: e' un angolo privilegiato, di grazia aristocratica, che incanta per l'equilibrata commistione di antico e contemporaneo. L'enorme – sproporzionato – camino in pietra, il soffitto decorato, incombente e carico di colori e fregi, sono i protagonisti: l'"attrezzatura" moderna non scompare ma partecipa a ricostruire un equilibrio di pesi, forme e stili. La cucina si veste da sera, per accogliere i nuovi fasti di una storia contemporanea.

Lucia Maracci

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203040506

Disegni e rendering