hai scelto:homeprogettiaree commerciali

Intervento:

Progetto architettonico per concessionaria Renault

Luogo:

Milano

Progettisti:

Ottavio Di Blasi

Progetto:

Ottavio Di Blasi, Paolo Simonetti, Daniela Tortello, Stefano Grioni, Marzia Roncoroni - ODB Architects

Commitente:

Renault filiale di Milano

Anno di redazione del progetto:

2004

Anno di esecuzione:

2004

Costo:

1.400.000,00 Euro

Imprese esecutrici:

EDIL COMI srl, Euroelettrica Impianti srl, Gruppo Bodino Torino

Dati dimensionali dell'intervento:

2000 mq.

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Spazi di comunicazione.
Ricerca estetica e tecnologica per le sedi milanesi di due importanti brand dell'automobilismo internazionale.

Milano, centro propulsivo internazionale di moda, design e avanguardie culturali, e' l'espressione di evoluzioni stilistiche e comunicative. Nella metropoli lombarda nulla, se necessita di valorizzazione, puo' essere interpretato secondo concezioni e immagini ordinarie. Ogni elemento che s'inserisce nel tessuto cittadino deve incorporarsi nell'impulso evolutivo con caratterizzazioni inedite e impressive.

Renault e' consapevole dell'importanza e dell'esclusivita' del "palcoscenico milanese" e quindi vuole imporre ai suoi centri tecnici ed espositivi un'immagine affascinante dal magnetismo indelebile. L'intervento per la definizione della filiale viene affidato allo studio di progettazione ODB Architects che gia' in precedenza aveva curato la "messa in scena" di un altro centro del gruppo automobilistico transalpino.

In quest'occasione l'obiettivo posto da Renault e' la sublimazione di un edificio industriale realizzato intorno agli anni Sessanta. L'idea progettuale si concentra sulla rivalutazione estetica della facciata rinnovando completamente l'immagine dell'edificio preesistente senza pero' snaturarlo nella sua essenza tipologica. Non viene negato, in una facile rielaborazione formale, il pensiero architettonico originario.

Lo stabile viene reinterpretato visivamente lasciando percepire i caratteri del passato attraverso una moderna facciata composta da elementi modulari in vetro. Il nuovo schermo vetrato ha la sua origine ideale al livello della strada. Qui nasce la sintesi sinergica che connette la facciata dello showroom appartenente all'edificio industriale originario all'installazione creata dallo studio ODB.

Superate in verticale le vetrine del piano terra, il nuovo prospetto dello stabile si stacca dalla massa volumetrica del vecchio fabbricato industriale, proiettandosi nello spazio con un'angolazione di circa 10 gradi. Un'espansione nel vuoto e uno slancio verso l'alto dello schermo modulare che nell'ascesa disperde in verticale i suoi moduli in un principio di dilagazione astrale.

Il tutto nasce dal primo piano dove avviene la trasformazione da vetrina chiusa a schermo solare opalino. Mano a mano che la facciata s'innalza le specchiature diventano opaline e si separano tra loro fino a creare spazi vuoti indicativamente di 20 centimetri. All'immagine estetica va poi a sommarsi il valore funzionale: l'installazione proiettata nello spazio assume cosi' anche la qualita' di schermo solare ventilato che protegge dal sole diretto i due piani alti dove risiedono l'officina meccanica e il magazzino dei ricambi Renault.

Ma e' l'impatto emozionale che accende il progetto: e' una crescente sensazione di smaterializzazione dinamica quella che si ha posando lo sguardo sul nuovo prospetto dell'edificio. Nell'ambito della caratterizzazione del lavoro lo studio ODB sottolinea, poi, con grand'efficacia, l'identificazione del marchio che ha il suo fulcro nell'imponente nome della casa automobilistica posto sui pannelli in vetro e nell'ingresso costituito da un blocco monolitico giallo (colore sociale di Renault) dove campeggia lo stemma dell'azienda francese.

L'aspetto tecnologico e futuristico dell'intervento e' completato da un elemento conclusivo orizzontale all'apice della facciata: una visiera opaca dalla punta tagliente chiude la tettoia originaria sulla copertura e si sporge in aggetto per circa tre metri costituendo un nuovo limite geometrico-spaziale del fabbricato.

Renault, attraverso lo studio ODB, propone cosi' un'architettura sinonimo di movimento tecnologico e di forme robotiche che richiamano alla mente il design delle ultime nate della casa transalpina e inseriscono con intensa vivacita' la sua idea comunicativa all'interno del tessuto urbano milanese.

Milo Valentini

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

010203040506

Disegni e rendering