hai scelto:homeprogetticoncorsi

Anno:

Concorso ad inviti - progetto architettonico nuovo edificio residenziale con box auto

Luogo:

Via Giovanni da Milano, 11 - Milano

Progettisti:

Verga Sandro

Commitente:

Mariano Crovato

Anno di redazione del progetto:

2004

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Punti di vista di Verga Sandro
Analisi dei cinque progetti del concorso ad inviti indetto da Mariano Crovato per un nuovo edificio residenziale

"La casa del nonno" - questo il motto del gruppo di progettazione che fa capo a Sandro Verga - e' un progetto teneramente ripiegato nella dimensione domestica, e risuona con il rimpianto per un'idea di citta' per tutti e di tutti che Milano, per i progettisti, sembra aver disatteso.


Le linee verticale dei due pluviali, che hanno in alto due piccoli faretti che di notte illuminano sbuffi di acqua vaporizzata, fanno da cerniera fra i palazzi esistenti e le pagine del nuovo prospetto.

Ripiegato lo e' davvero, infatti, questo progetto: la soluzione di facciata "a libro" – ma anche simile a una scenografia teatrale o alla sezione di una casa di bambola – protegge le residenze dalla curiosita' sfacciata della strada, e offre un affaccio diverso sulla citta' e sugli alberi delle due piazze che si aprono alle estremita' della via.

Nel progetto c'e' un'intenzione di contraddittorio con il contesto, il germoglio – forse ancora un po' prematuro - dell'obiezione. Il dissenso e' tradotto letteralmente, ostinatamente didascalico e qui non ha la forza dell'esplosione. Piuttosto lusinga la nostalgia con lessico convenzionale.

La distribuzione interna, oltre alle residenze localizzate nei piani intermedi, prevede spazi comuni per la socializzazione, un locale lavanderia che affaccia sulla terrazza, una piccola piscina condominiale.

L'ingresso all'edificio, indicato dalla freccia della piega a "V" del prospetto, e' protetto dalla prima delle solette a sbalzo che, a ogni piano, fanno da continuazione ai solai fino alla linea dei prospetti adiacenti. Al centro e' l'entrata principale alle residenze, affiancata da due nicchie con i putti che decoravano il vecchio accesso, a sinistra l'ingresso carrabile ai posti auto coperti.

Anche le cornici della vecchia casa a due piani, demolita, vengono recuperate o ricostruite e riappese ai prospetti come collezione di ricordi o come le intelaiature di sbiaditi ritratti di famiglia.

Lucia Maracci

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

01

Disegni e rendering