hai scelto:homeprogettidesign

Luogo:

Milano

Progettisti:

Francesco Lucchese

Commitente:

Olympia Ceramica, BMood, A+Design, Fir

Categoria di lavoro:

Light Design

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Design d'autore
Acqua, vetro, luce. Viaggio attraverso gli elementi progettuali del versatile designer Francesco Lucchese

Il camaleonte del multiforme. Cosi' si potrebbe definire il famoso architetto e designer Francesco Lucchese che dalla laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano, ha intrapreso una significativa carriera attraverso percorsi che s'intrecciano percorrendo le vie del design, dell'architettura, del mondo accademico e della progettazione, sia in Italia che all'estero.

Cio' che ha maggiormente contribuito al suo successo e' la capacita' di rinnovarsi e di interpretare pragmaticamente i segnali della societa' che, passando attraverso la percezione dei consumatori, si trasformano in tendenze e mode. Fondatore dello studio Ldesign Concept ha sempre realizzato collezioni di prodotti assolutamente design oriented e dal gusto inconfondibile, gli oggetti creati da Lucchese prendono forma dal colore e dalle linee che diventano struttura carica di emozionalita'.

Soffermandosi sui passaggi piu' significativi del suo percorso professionale non si puo' fare a meno di notare come il design sia penetrato e abbia attraversato l'anima di Lucchese, impossessandosene impetuosamente; viceversa il progettista ha pieno possesso della materia: che si tratti di accessori, complementi d'arredo o architetture, la forma, l'emozione e il significato dei materiali che li compongono emergono dall'intimo del suo spirito di designer a tuttotondo.

Luce, vetro e acqua sono gli elementi simbolo del lavoro di Lucchese. La luce ha accompagnato il suo percorso sin dalle origini, da sempre interessato al mondo del Light Design, ha creato innumerevoli lampade molte delle quali premiate a livello internazionale: la lampada Cleo' premiata nel 1989 dal Forum Design al Mobel Messe Frankfurt, la menzione speciale al concorso Young & Design del Salone del Mobile di Milano nel 1989 con la lampada Torcia e nel 1992 Ninfea disegnata per l'azienda Egoluce.

Oltre alla progettazione, Lucchese si e' dedicato anche all'impiego dell'illuminazione nei progetti di allestimenti, i piu' significativi li ha realizzati all'interno delle principali manifestazioni fieristiche internazionali come ISH Francoforte, Cersaie Bologna, Euroluce Milano.

Altro protagonista dell'attivita' di Lucchese e' il vetro. Questa passione lo ha portato a Murano, dove ha vissuto per potersi avvicinare alla tradizionale lavorazione degli artigiani, crescendo nel rapporto con la materia e con i maestri del vetro.

"Mentre nei luoghi del design noi designers cerchiamo le parole per racconti di un futuro scenario, i viaggi nel cuore del vetro mi hanno offerto la liberta' di sentire emozioni al di la' del progetto. Insieme agli attori delle storie di vetro ho scoperto il superamento delle regole che la materia vetro regala...impone. Il suo fascino attrae il senso del creare. (...) La consapevolezza di dover conoscere l'infinito del vetro, per poter raccontare l'imprendibile dei sogni e la potenzialita' del designer, e' stata e continua ad essere, la piu' ampia esperienza emotiva che ho vissuto da uomo che ama il design, gli uomini, i sogni...". Queste sono le parole con cui Lucchese descrive la sua personale esperienza in quel mondo magico, quasi trascendentale in cui un semplice soffio da' vita a oggetti incredibilmente preziosi e carichi di energia.

Questa intima esperienza ha portato il designer alla collaborazione con l'azienda Iuci, per la creazione di gioielli dal design all'avanguardia. L'intero progetto e' volto a raccontare le affascinanti qualita' del vetro di Murano che viene presentato sotto forma di oggetti per la qualificazione estetica della quotidianita' e della persona. Gia' durante il periodo trascorso a Murano il designer aveva rivolto la sua attenzione all'acqua, come elemento indispensabile alla lavorazione del vetro; successivamente l'acqua diventa ancor piu' presente nel suo lavoro, tanto da essere il terzo elemento esplicativo del suo design, "...tutto parte dall'acqua, presenza costante che modifica l'atmosfera attraverso la sua trasparenza materica".

La complicita' con questo elemento e' esplicitata dallo stesso progettista nel suo libro 'I sensi dell'acqua', nel quale egli parte dalla metafora del mare come contenitore per arrivare alla fruizione quotidiana dell'acqua: "...i sensi dell'acqua suggeriscono progetti in cui il colore, l'odore, la temperatura sono la scenografia riconoscibile dell'acqua". Lucchese trasferisce il concetto di mare e la sensazione di benessere a cui esso e' associato, attraverso suoni, immagini e colori, all'ambiente bagno.

Gli ambiti in cui l'acqua si rivela prendono in prestito dal mare i sensi e i significati per raccontare la loro presenza: i suoi progetti infatti ricreano un ambiente piacevole, rilassante, capace di coinvolgere l'individuo in un'esperienza sinestetica, il design dei rubinetti e il getto d'acqua che da essi sgorga si riferiscono chiaramente alla forza del mare, a quella distesa di acqua tiepida, libera e energica.

Questa ricerca di benessere globale, del corpo e della mente, si associa alla creazione di oggetti multifunzionali realizzati da Lucchese in collaborazione con le aziende Olympia Ceramica, BMood, A+Design, Fir, si tratta di componenti dalle linee morbide e dedicati a tutte le possibili varianti dello stato d'animo, proprio perche' modulate e modulabili di volta in volta con tutte le possibili rotazioni che caratterizzano i diversi oggetti.

Un'analisi del percorso di Francesco Lucchese non puo' certo tralasciare il suo passato e attuale impegno in ambito accademico, il suo prestigioso percorso nel campo del design sfocia, quale normale conseguenza, nell'attivita' didattica come professore di disegno industriale, prima presso l'Accademia di Brera, dal 1989 al 1991, e poi al Politecnico con il corso di illuminotecnica.

Erika Giangolini

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti