hai scelto:homeprogettidesign

Luogo:

Jesi, nella Salara del Palazzo della Signoria

Progettisti:

Maurizio Catani

Università:

Sezione Arte dei metalli e dell'oreficeria dell'Istituto Statale d'Arte 'Edgardo Mannucci'

Anno:

Dal 10 al 20 gennaio 2006

Titolo:

Artefatta

Tipo di prestazione:

Mostra dei progetti degli allievi della sezione Arte dei metalli e dell'oreficeria

Sponsor:

Provincia di Ancona

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Artefatta
L'arte di progettare raccontata dagli allievi dell'ISA 'Mannucci' di Jesi

Si e' svolta a Jesi, nella Salara del Palazzo della Signoria, dal 10 al 20 gennaio 2006, 'Artefatta', mostra dei progetti degli allievi della sezione Arte dei metalli e dell'oreficeria dell'Istituto Statale d'Arte 'Edgardo Mannucci', realizzati in dieci anni di lavoro. Al di la' del suo significato letterale, "artefatta" non e' sinonimo di artificiosa o peggio di contraffatta, falsificata, ne' di "fatta ad arte" (alludendo ad una beffa) o di "arte e' fatta" (riferendosi ad un'attivita' furbesca che procura danni irreparabili).

Il titolo scelto per la mostra didattica dell'Istituto Statale d'Arte Edgardo Mannucci, sponsorizzata da quattro anni dalla Provincia di Ancona, identifica il contesto scolastico in cui l'arte si esegue; il laboratorio dove la manualita' verifica il progetto. Il corso di studi di questo ordine di scuola secondaria, strutturato nel triennio propedeutico in cui si sperimentano disegno e pratica esecutiva e nel biennio successivo, che approfondisce il metodo progettuale e lo verifica nei laboratori di sezione, e' l'unico esempio del genere nel sistema formativo nazionale.

Tale impostazione fa degli Istituti d'Arte l'unica scuola per la cultura del progetto nella fascia dell'obbligo. In un momento in cui l'autonomia, improvvisata e senza risorse, confonde ruoli e competenze, se ne e' persa la consapevolezza. E' fondamentale, dunque, comunicare con chiarezza ed attendibilita' i contenuti della propria offerta formativa.

La nomenclatura che gli indirizzi storici dell'arte applicata ancora mantengono negli ISA risulta spesso fuorviante, sia per l'utenza che ne sceglie il percorso formativo, sia per l'identificazione delle competenze impartite spendibili in produttivita'.

La sezione jesina della mostra, allestita dagli allievi della sezione Arte dei metalli e dell'oreficeria dell'ISA cittadino, ne e' evidente dimostrazione. Dieci anni di attivita' didattica attraverso progetti che spaziano dal design del gioiello ai complementi d'arredo, dagli accessori d'abbigliamento all'arredo urbano, che ipotizzano spesso materiali alternativi a quelli metallici, dimostrano quanto generica e riduttiva sia la classificazione di tale indirizzo.

Essa privilegia i contenuti tecnico-professionali e li confina nell'ambio orafo, escludendo qualsiasi riferimento alla progettazione, materia fondamentale del piano di studio. Scopo dichiarato della mostra e' quindi quello di testimoniare il reale contenuto dell'offerta formativa di una scuola alternativa agli ordinamenti liceali e/o professionali, nei quali gli Istituti d'Arte sembrano purtroppo destinati ad estinguersi.

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

01

Disegni e rendering