hai scelto:homeprogettiristrutturazioni

Intervento:

Ristrutturazione edilizia

Luogo:

EUR - Roma

Progettisti:

Alessio Gregori

Commitente:

M.M.

Anno di redazione del progetto:

2003

Anno di esecuzione:

2003

Costo:

18.000 Euro

Dati dimensionali dell'intervento:

18 mq calpestabili

Caratteristiche tecniche particolari:

Immobile in muratura portante

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Piccolo abitare
Ambienti di lavoro compressi verso le pareti perimetrali amplificano lo spazio di un piccolo studio di architettura.

Seguendo un percorso suggerito dalla logica e dalla necessita', per un piccolo studio di architettura e' stato concepito uno spazio altrettanto piccolo. Con un budget limitato, appena 18.000 euro, Alessio Gregori, giovanissimo architetto romano, ha progettato per la societa' M.M., il nuovo studio, ristrutturando un vecchio laboratorio artigianale fronte strada di appena 18 mq, bagno compreso.

Un' ex-bottega come tante, con qualche dettaglio particolare: una generosa altezza di 3,10 metri, un profilato in ferro a "C" che attraversa il locale in tutta la sua lunghezza, e un'ampia porta finestra che da' sul giardino. E' stata una sfida. Le esigenze di uno studio di progettazione - sala d'attesa, ambito discussione progetti, postazioni informatiche, archivio, sala da bagno - messe a confronto con lo spazio realmente disponibile, senza scadere nella facile soluzione di ammassare tutti gli ambienti a scapito di una percezione del tutto pulita e distinta dell'ambiente.

Con una chiara ispirazione alla forza centrifuga, gli ambienti-lavoro sono stati "compressi" verso le quattro pareti perimetrali, assicurando cosi' uno spazio centrale vuoto. In senso orario entrando dalla porta d'ingresso la progressione degli ambienti e' piuttosto lineare. Il divano per la zona-attesa, due postazioni informatiche, il piccolo bagno, l'archivio, e la zona discussione-progetti.

Tavoli, scrivanie, mensole, ancorati ai muri, a volte "quasi mimetizzati", per indurre la percezione ottica ad amplificare gli spazi. La postazione informatica, luogo di ricerca e concentrazione, si trova ancorata ad una parete e appartata dal resto dello studio. Per creare l'atmosfera giusta, adatta al laboratorio di idee, Gregori ha reso piu' "raccolta" l'area abbassando il soffitto soprastante la scrivania, all'altezza del profilato in ferro a "C", e creando, dal prolungamento della parete del bagno, un setto murario che accenna a schermare la postazione dal resto dello studio dalla cui asola s'intravede l'ampia porta-finestra che da' sul giardino.

L'archivio, per non sottrarre spazio alla superficie calpestabile, e' stato ricavato da due nicchie del muro portante dello studio, e dal piccolo soppalco creato dall'abbassamento del soffitto della postazione informatica. Il tavolo discussione-progetti, quasi al centro dello studio, disegnato sempre da Gregori, e' stato rivestito dello stesso parquet in rovere utilizzato per il pavimento ricalcandone l'ordito per "omogeneizzarlo" al piano di calpestio, senza interrompere, nei limiti del possibile, la continuita' visiva.

Piccolo, anzi piccolissimo il bagno. Due metri quadrati appena, illuminati nella parte alta, oltre la trave a "C", dalla parete in vetro, fanno da cornice ai sanitari in ceramica sospesa "small" ed al lavabo di forma triangolare, poggiato su una mensola sagomata in legno.

I rivestimenti grigio antracite e bianco sono utilizzati in diverse pezzature, 60x30, 30x50, 5x5, posati in diagonale, in ortogonale e a giunti sfalsati secondo le specifiche caratteristiche dell'ambiente. Un gioco di specchi sulla zona lavabo moltiplica i dettagli di un bagno concepito oltre che come elemento funzionale, come arricchimento estetico del progetto.

Rosita Romeo

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405

Disegni e rendering