hai scelto:homeprogettinuove costruzioni

Intervento:

Progetto per la realizzazione di un ristorante self-service nell'ambito di recupero della zona industriale ex Giordani

Luogo:

Casalecchio di Reno, Bologna

Progettisti:

TC Interni

Commitente:

ORMA srl; Ristorazione Aziendale e Commerciale

Anno di redazione del progetto:

2002

Anno di esecuzione:

2002

Imprese esecutrici:

Dall'olio costruzioni Bologna

Fornitori:

Arredi su di Arredounoe Uno Habitat snc

Dati dimensionali dell'intervento:

600 mq.

Progetto:

Alessandra Tondi, Claudia Cocchi

 

TRATTO DALLA RIVISTA:

Giochi di ruolo
Da capannone industriale a ristorante self-service, la radicale trasformazione di un luogo del vivere quotidiano

Abituati allo street food e stressati dal take away, ma comunque esperti delle statistiche che allertano sugli squilibri del perenne jat lang che mina vigore ed energia del corpo e consci che tutto cio' che e' slow e' piu' gradevole, sosteniamo i ritmi incalzanti del vivere quotidiano fatto e strafatto da lavoro, casa e famiglia grazie anche all'energia trasmessa dai luoghi del vivere. In un paese particolarmente attento alla buona tavola, all'alimentazione e al piacere per la convivialita' qual e' il nostro, il momento del break ha il suo peso e la sua influenza non trascurabile.

Anche questo e' italian way of life. Il progetto redatto da Alessandra Tondi e Claudia Cocchi interpreta questa esigenza di vivere al meglio ogni momento e crea una 'colorata esperienza di vitalita' culinaria' che nasce dal recupero di una struttura industriale e crea uno spazio attraente, vitale e particolarmente vicino alle esigenze dei lavoratori abituati a consumare pasti veloci. Nell'elaborazione del progetto su solo una parte dell'edificio industriale, gli architetti hanno concepito una struttura tanto funzionale alla ristorazione quanto divertente nella dimensione ambientale, caraterrizzata, in particolare, da una vivacita' cromatica che rende questo spazio un luogo assolutamente piacevole.

Per incrementare la potenzialita' ricettiva del complesso la struttura e' stata notevolmente trasformata. Per quanto riguarda l'adattamento delle strutture esterne, l'intervento ha mirato ad ampliare alcune aperture, aprire nuove finestrature nella zona di lavoro della cucina e, in particolare, creare un nuovo accesso alla sala consumazione, realizzato in betonelle di formato rettangolare; mentre, all'interno, ha programmato sulla vasta superficie a disposizione, circa 600 mq, la presenza di una zona per attivita' operativa con locali cucina, preparazione e lavaggio, e un ampio locale per la distribuzione e il consumo dove sono state sistemate le ampie sale e i servizi igienici per il personale e il pubblico.

Razionalizzata lungo una delle estremita' della struttura insieme ai servizi igienici, l'area operativa e' stata concepita con uno sviluppo ed una disposizione dei locali che consentono di rispettare il ciclo produttivo, dall'arrivo della merce all'uscita del pasto pronto e diretto alla zona di distribuzione. In questo rigoroso sistema che mira a salvaguardare l'integrita' del prodotto quanto la massima sicurezza e facilita' di svolgimento da parte degli operatori, sono stati realizzati locali specifici, articolati con un ampio magazzino per contenere le derrate alimentari e per favorire i flussi di merci e di personale; due vani distinti destinati al solo utilizzo e preparazione di carni e verdure, ambienti divisi con parete in muratura non a tutta altezza; una zona destinata alla cottura ed un altro vano, separato dagli altri settori, destinato al lavaggio delle stoviglie.

Alla zona operativa segue la zona per la distribuzione e il consumo, ideata sul modello dei banchi a libero servizio, soluzione che permette all'utente di spostarsi liberamente fra le varie isole per scegliere il proprio menu' evitando sia i percorsi obbligati che di rispettare attese per essere serviti. L'ampia area relativa alla consumazione dei pasti e' stata configurata per ottenere zone diversificate e adatte ad accogliere le particolari e contingenti esigenze dell'utenza, allestendo sia zone ampie e dotate di un elevato numero di tavoli e sedie sia zone piu' raccolte e discrete, chiuse anche da basse pareti divisorie in legno.

Questo originale spazio creato dalla abile commistione di funzionalita' e fantasia, esternamente conserva i tratti dominanti di un edificio industriale, evidente in particolare nella finestratura del piano superiore, ma li reinterpreta grazie alla crezione di una pensilina sagomata per l'ingresso in corrispondenza della quale si trovano le esistenti porte in alluminio anodizzato di colore blu. A questi elementi sono stati applicati delle pannellature in rame con oblo' circolari, elemento decorativo ripetuto anche sulle pareti interne e particolare scelta che invita a guardare dentro e ad essere assorbiti in un giocoso vortice di piacere.

Francesca Pieroni

Progettisti

Leggi la scheda completa del progettista oppure sfoglia direttamente gli altri progetti

Galleria immagini

0102030405

Disegni e rendering